Widgets Magazine
22:04 12 Novembre 2019

Mosca su situazione in stretto di Hormuz: USA la sfrutteranno per rafforzare presenza militare

© Sputnik . Natalia Seliverstova
Politica
URL abbreviato
Alta tensione tra Iran, Regno Unito e USA dopo serie di sequestri di petroliere (30)
5102
Seguici su

Venerdì scorso, il Corpo dei guardiani della rivoluzione islamica (IRGC) ha dichiarato di aver sequestrato la petroliera Stena Impero, battente bandiera britannica, nello Stretto di Hormuz.

Gli Stati Uniti approfitteranno dell'aggravamento della situazione nello Stretto di Hormuz per rafforzare la loro presenza militare nella regione, ha detto il presidente del comitato per gli affari internazionali del Consiglio della Federazione, Konstantin Kosachev.

“È già chiaro chi trarrà vantaggio dal peggioramento della situazione nello Stretto di Hormuz e nel Medio Oriente nel suo complesso: il Pentagono ha appena approvato il trasferimento di truppe in Arabia Saudita. Gli Stati Uniti hanno anche annunciato lo sviluppo di un'operazione internazionale per proteggere la navigazione in Medio Oriente nella regione del Golfo", ha scritto Kosachev su Facebook.

Il legislatore ha osservato che il Pentagono sta progettando di preparare un'operazione marittima internazionale soprannominata "Guardian", per garantire la sicurezza sulle principali vie navigabili del Medio Oriente.

"Il fatto che il suo sviluppo sia stato annunciato conferma subito il presupposto che gli Stati Uniti stavano solo aspettando un motivo per rafforzare la propria presenza militare nella regione, e hanno finito di aspettare", ha sottolineato Kosachev.

La petroliera Stena Imperio, battente bandiera inglese, è stata sequestrata venerdì durante il passaggio attraverso lo Stretto di Hormuz mentre si trovava in acque internazionali. Secondo i riporti, c'erano 23 membri dell'equipaggio a bordo della nave sequestrata. È stata aperta un'inchiesta da parte delle autorità dell’Iran sulla petroliera battente bandiera britannica sequestrata dopo essersi scontrata con un peschereccio.

Il ministro degli Esteri britannico, Jeremy Hunt, ha definito la situazione "inaccettabile", aggiungendo che è "estremamente preoccupato" per gli atti commessi dallo stato iraniano nello Stretto di Hormuz.

Il sequestro della petroliera iraniana a Gibilterra

Il 4 luglio, la marina militare britannica e le autorità di Gibilterra hanno sequestrato la superpetroliera Grace 1 per presunto trasporto illegale di greggio in Siria. Secondo il primo ministro di Gibilterra, Fabian Picardo, tali misure sono state prese a causa di "informazioni che davano al Governo di Gibilterra ragionevoli motivi per ritenere che Grace 1 agisse in spregio delle sanzioni dell'UE contro la Siria".

A sua volta, l'Iran ha respinto tutte le accuse.

La situazione della sicurezza nel Golfo Persico e nelle aree adiacenti è andata costantemente peggiorando negli ultimi mesi. A maggio quattro petroliere sono state prese di mira da dei sabotatori al largo delle coste degli Emirati Arabi Uniti. A giugno, altre due petroliere sono state attaccate nello Stretto di Hormuz, che collega il Golfo di Oman con il Golfo Persico.

Le tensioni tra Iran e Stati Uniti sono degenerate dopo che Teheran ha abbattuto un drone americano per una presunta violazione dei confini iraniani. Il Comando Centrale degli Stati Uniti ha dichiarato che il drone era operativo e che è stato abbattuto mentre transitava nello spazio aereo internazionale sullo Stretto di Hormuz.

Tema:
Alta tensione tra Iran, Regno Unito e USA dopo serie di sequestri di petroliere (30)

Correlati:

Regno Unito avvisa petroliere in stretto di Hormuz: incrementare la sicurezza
Pentagono pronto a misure di sicurezza per navigazione nello Stretto di Hormuz
Drone americano abbattuto sullo Stretto di Hormuz
Tags:
Stretto di Hormuz
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik