Widgets Magazine
22:40 12 Novembre 2019
Un impianto nucleare in Iran

L'Iran tiene sotto controllo l'arricchimento dell'uranio

© AP Photo / Vahid Salemi
Politica
URL abbreviato
0 50
Seguici su

Al momento Teheran non prevede di aumentare il livello di arricchimento dell'uranio al di sopra del 4,5%, ha affermato il rappresentante dell'Organizzazione dell'energia atomica iraniana Behrouz Kamalvandi.

"In Iran le riserve di uranio a basso arricchimento superano attualmente i 300 kg", ha affermato Kamalvandi.

Il rappresentante dell'agenzia nucleare iraniana ha paragonato l'arricchimento dell'uranio in Iran con un treno ad alta velocità in grado di muoversi molto rapidamente.

"All'interno della prossima fase, l'Iran potrebbe iniziare ad arricchire l'uranio dal 4,5% al 20%, ma al momento il livello del 4,5% soddisfa le esigenze del Paese".

Commentando le forniture di carburante per il reattore di Teheran, Kamalvandi ha osservato che per i prossimi anni l'Iran avrà il combustibile necessario per il reattore di Teheran. "Dopo che il combustibile si esaurirà, l'Iran sarà in grado di produrre il combustibile necessario per il funzionamento del reattore di ricerca a Teheran se gli altri Paesi non ce lo invieranno", ha aggiunto.

Ha sottolineato che al momento il Paese non ha bisogno di arricchire l'uranio al 20%.

Il 7 luglio scorso il viceministro degli Esteri iraniano Abbas Araghchi ha affermato che Teheran si apprestava ad implementare la seconda fase di alleggerimento degli obblighi previsti dal piano d'azione globale congiunto per il fatto che le controparti firmatarie dell'accordo non erano in grado di realizzare le richieste dell'Iran in campo economico nei 60 giorni concessi. Allo stesso tempo Teheran ha dato ancora una volta ai Paesi dell'accordo nucleare 60 giorni per assecondare le sue richieste.

Tags:
Uranio, Nucleare, Iran
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik