Widgets Magazine
05:01 24 Agosto 2019
Dimitris Avramopoulos

Immigrazione, a Bruxelles perplessità sulle proposte di Moavero

© REUTERS / Dimitris Avramopoulos
Politica
URL abbreviato
121

Oggi il capo della diplomazia italiana illustrerà all'Europa il piano dell'Italia, che prevede l'equa ripartizione dei migranti e zone franche per gli sbarchi.

Il commissario europeo per le Migrazioni, Dimitris Avramopoulos ha concesso un'intervista al quotidiano romano Il Messaggero.

Dall'intervista emerge che sui punti cardine della proposta del ministro degli Esteri Moavero, il commissario Avramopoulos si è mostrato poco convinto.

In particolare sull'istituzione dei porti franchi per gli sbarchi dei migranti è scettico e sostiene che il rafforzamento della cooperazione con i Paesi terzi “è essenziale se vogliamo ridurre gli arrivi irregolari e garantire rimpatri effettivi per coloro che non hanno il diritto di rimanere”.

"Dobbiamo assolutamente investire di più tutti insieme nell'aprire vie legali e sicure affinché i rifugiati giungano in modo ordinato e non debbano ricorrere ai trafficanti senza scrupoli e a viaggi pericolosi. Richiedere asilo al di fuori dell’Ue in un Paese terzo solleva molte questioni legali. Il reinsediamento è l’unica alternativa praticabile". 

Avramopoulos ha ribadito la posizione dell'Unione Europea: chi ha bisogno di protezione “può continuare a contare sull’Ue come rifugio, perché questo è un principio a cui non possiamo rinunciare”, mentre “tutti gli altri vanno rimpatriati il prima possibile”.

Rispetto alla linea di Salvini, promotore di un giro di vite contro le Ong, Avramopoulos dice che “non è competenza della Commissione decidere dove far sbarcare le persone soccorse in mare”, ma “spetta alle autorità nazionali, in linea con il diritto internazionale del mare”.

Allo stesso tempo Avramopoulos apprezza la posizione del nuovo presidente dell'Europarlamento, l'italiano David Sassoli, intervenuto a favore della revisione del regolamento di Dublino.

Tags:
Immigrazione, Crisi dei migranti, Enzo Moavero Milanesi, Unione Europea, Commissione Europea, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik