01:50 17 Novembre 2019
La bandiera della Russia

Ministro estone non vede la “minaccia russa”

© Sputnik . Alexey Malgavko
Politica
URL abbreviato
1170
Seguici su

Il ministro degli Interni e vicepremier estone Mart Helme ritiene che oggi non esista la cosiddetta "minaccia russa" nei Paesi baltici.

"Questa minaccia è legata alla geopolitica. Ritengo che oggi il punto caldo non sia qui, non è nel Baltico. E' piuttosto a sud, in Medio Oriente, in Iran, in Siria. Qui è più o meno tranquillo. Non penso nemmeno che alcuna delle parti, né gli Stati Uniti, né la Ue, né la Russia, voglia un conflitto qui, perché tutti comprendono che i "punti caldi" oggi sono a sud", ha detto Helme al portale baltnews.ee, rispondendo alla domanda se crede alla "minaccia russa", di cui si parla costantemente in Occidente.

Il ministro ha osservato che "se per qualche stupida ragione scoppierà qui un conflitto, non porterà benefici a nessuno, pertanto non si può dire che oggi c'è una minaccia". A suo parere il vantaggio è che nessuna delle due parti predominante oggi. 

"L'eccezione sono gli Stati Uniti, che hanno interessi globali. Se una delle parti fosse troppo forte, sarebbe male. Se entrambe le parti non fossero troppo forti e non troppo deboli, penso che non ci saranno conflitti", ha detto il ministro dell'Interno. 

Allo stesso tempo quando gli è stato chiesto se crede nell'aggressione russa, Helme ha notato che oggi non ci crede, ma non sa cosa potrà succedere dopo.

"Ma non so cosa succederà tra dieci e quindici anni. Sai qual è la differenza tra Paesi piccoli e grandi Stati? I grandi Stati hanno tempo, risorse, sia demografiche sia economiche, sia politiche, sia diplomatiche. I Paesi piccoli non ne hanno. Per questo non hanno il tempo di aspettare", ha osservato il politico.

Parlando delle prospettive per lo sviluppo delle relazioni russo-estoni, Helme ha suggerito che nei prossimi anni si evolveranno senza alcuna svolta significativa.

Le dichiarazioni sulla "minaccia russa" arrivano periodicamente dai politici occidentali, molto spesso provenienti dai Paesi baltici e dalla Polonia. Allo stesso tempo Mosca ha ripetutamente sottolineato che la Russia non attaccherà mai nessuno dei Paesi della NATO.

Tags:
Occidente, Russofobia, Paesi Baltici, Estonia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik