04:58 06 Aprile 2020
Politica
URL abbreviato
140
Seguici su

L’ambasciatore inglese del Regno Unito in USA Kim Darroch aveva definito il presidente USA un “incompetente” e Trump lo aveva chiamato “stupido”.

Il Ministero degli Esteri del Regno Unito ha annunciato le dimissioni dell’ambasciatore inglese negli Stati Uniti, Kim Darrock, dopo che lo scandalo creato dalla diffusione delle sue critiche a Trump aveva reso il suo lavoro “impossibile”.

“Anche se il mio mandato non dovrebbe terminare fino alla fine di quest’anno, credo che nelle circostanze attuali la decisione responsabile è di permettere la nomina di un nuovo ambasciatore. (…) Sono grato a tutti quelli nel Regno Unito e negli USA che mi hanno offerto il loro appoggio in questi giorni difficili”, ha scritto Darroch nella sua lettera di dimissioni.

Il ministro degli Esteri inglese Jeremy Hunt si è detto profondamente rattristato dalle dimissioni dell’ambasciatore e arrabbiato per via dell’incidente che lo ha spinto a questa decisione.

“Ogni volta che ho visitato Washington come ministro degli Esteri sono stato colpito dalla professionalità e dall’intelletto di Sir Kim Darroch. Sono indignato che una selezione delle sue affermazioni sia stata soggetta a una fuga di informazioni”, ha detto.

L’ex ministro degli Esteri e principale rivale di Hunt come prossimo primo ministro, Boris Johnson, ha elogiato Darroch come “superbo diplomatico” e criticato la fuga di informazioni, dicendo che ha reso “un grave disservizio agli impiegati statali” inglesi e alla loro abilità di trasmettere ai ministri consigli imparziali.

“Non è giusto che le carriere e le prospettive degli impiegati statali siano trascinate nell’agenda politica”, ha detto Johnson.

Il capo del dipartimento del Servizio Diplomatico nel Ministero degli Esteri del Regno Unito ha dichiarato di aver accettato le dimissioni di Darroch “con profondo dispiacere personale”. Le sue parole sono state subito seguite da quelle del primo ministro Theresa May.

“Questa mattina ho parlato con Sir Kim Darroch. Gli ho detto che è motivo di grande dispiacere che lui abbia sentito la necessità di lasciare la sua posizione”, ha dichiarato May.

Per ora non ci sono informazioni su chi sostituirà Darroch come ambasciatore del Regno Unito negli USA.

Le dimissioni di Darroch sono avvenute un giorno dopo che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha detto che la sua amministrazione non è “entusiasta del tipo molto stupido” che Londra ha nominato come proprio ambasciatore negli USA.

Trump ha aggiunto che il diplomatico non ha prestato buon servizio al suo paese e che Washington non avrebbe più comunicato con lui se l’ambasciatore avesse mantenuto la posizione che ha provocato lo scandalo.

​Lo scandalo diplomatico

Secondo quanto riportato dal canale televisivo CNN, in alcuni telegrammi e comunicazioni segrete Kim Darroch avrebbe definito Trump “inetto”, “insicuro” e “incompetente” e scritto che la carriera del presidente americano “potrebbe finire in disgrazia”. Darroch, inoltre, avrebbe definito i conflitti alla Casa Bianca “lotte a coltello” e avrebbe scritto che non crede che l’amministrazione di Trump diventerà “sostanzialmente più normale, meno disfunzionale, meno imprevedibile, meno spaccata dai conflitti tra le parti, meno diplomaticamente goffa e inetta”.

Correlati:

Londra imbarazzata da pubblicazione documenti diplomatici riservati contro Trump
Trump racconta come i patrioti americani occuparono gli aeroporti nel XVIII secolo
Trump risponde a critiche di ambasciatore inglese
Tags:
Regno Unito, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook