Widgets Magazine
13:56 25 Agosto 2019
Boris Johnson

Primarie Tories, Boris Johnson: non bleffo sulla hard Brexit

© AFP 2019 / Kirsty Wigglesworth
Politica
URL abbreviato
282

In un'intervista al Sunday Telegraph il favorito alla leadership dei conservatori britannici ha dichiarato di non bleffare, sostenendo che il Regno Unito potrebbe lasciare l'Unione Europea il 31 ottobre senza un accordo con Bruxelles.

In precedenza erano stati determinati i due contendenti che si batteranno per la guida del partito e del governo britannico: il deputato Boris Johnson e il ministro degli Esteri Jeremy Hunt. Johnson persegue una posizione più intransigente sulla Brexit a differenza di Hunt, convinto che i termini dell'accordo con Bruxelles possano ancora essere modificati e sostenitore di un'uscita solo con un accordo l'Europa.

"Eravamo praticamente pronti il 29 marzo. Saremo pronti entro il 31 ottobre. Ed è estremamente importante che i nostri partner lo vedano", le parole di Johnson.

"Dovrebbero guardarci negli occhi e pensare: mio Dio, questi britannici se ne andranno davvero. E intendono andarsene alle loro condizioni", ha aggiunto il politico.

Secondo Johnson, coloro che non sono disposti ad accettare la "hard Brexit" (uscita del Regno Unito dalla Ue senza accordo - ndr) in realtà non vogliono affatto che il Paese lasci la UE.

Il nome del nuovo leader dei Tories e del prossimo premier sarà noto il 23 luglio, il giorno successivo Theresa May cederà la guida del governo al vincitore.

Tags:
Unione Europea, Brexit, Regno Unito, Boris Johnson, Jeremy Hunt
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik