Widgets Magazine
06:31 26 Agosto 2019
Jeremy Hunt

Londra invita la Cina a rispettare gli accordi e relazioni bilaterali

© AP Photo / Matt Dunham
Politica
URL abbreviato
3114

La chiave per i buoni rapporti tra Cina e Regno Unito è il rispetto reciproco e il rispetto degli accordi bilaterali legalmente vincolanti.

Lo ha affermato il capo della diplomazia di Londra Jeremy Hunt.

Il motivo di questa dichiarazione è stata la polemica emersa tra Londra e Pechino in merito alle proteste di Hong Kong e al contenuto della dichiarazione sul trasferimento della sovranità a Pechino. Londra ritiene che le disposizioni della dichiarazione siano ancora valide, mentre Pechino definisce il documento come parte della storia. In precedenza Londra aveva sostenuto la necessità di rispettare l'autonomia della regione ed i diritti dei suoi abitanti. Pechino aveva a sua volta risposto che si tratta di una questione interna.

"Un segnale al governo cinese: le buone relazioni tra i Paesi si basano sul rispetto reciproco e sul rispetto degli accordi giuridicamente vincolanti in vigore. E' il modo migliore per salvaguardare le grandi relazioni tra Regno Unito e Cina", ha twittato Hunt.

​Oggi l'ambasciatore cinese a Londra Liu Xiaoming, parlando dalla sua residenza nel centro della capitale britannica, ha affermato che la Gran Bretagna non solo ha interferito negli affari interni di Hong Kong con le sue dichiarazioni, ma ha anche appoggiato i manifestanti.

Secondo l'ambasciatore cinese, Hong Kong è una regione della Cina, non è sotto il controllo coloniale britannico, pertanto la Gran Bretagna non dovrebbe interferire negli eventi che succedono ora, ma mostrare rispetto per un altro Paese.

Dopo questa dichiarazione l'ambasciatore è stato convocato al ministero degli Esteri britannico, che ha ritenuto le dichiarazioni del diplomatico cinese "inammissibili e imprecise".

Gli screzi tra Londra e Pechino vanno avanti da diversi giorni. In precedenza il viceministro degli Esteri britannico Alan Duncan aveva affermato che il Regno Unito non è d'accordo con la Cina sul fatto che la dichiarazione congiunta sul trasferimento della sovranità di Hong Kong sia un documento storico e non sia più valido.

Tags:
Diplomazia Internazionale, Politica Internazionale, Hong Kong, Cina, Regno Unito
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik