Widgets Magazine
22:12 18 Luglio 2019
Il segretario del Consiglio di Sicurezza iraniano Ali Shamkhani

Iran: dobbiamo lottare contro le sanzioni USA

© REUTERS / Khaled Al Hariri
Politica
URL abbreviato
0 70

Il segretario del Consiglio di Sicurezza iraniano Ali Shamkhani ha proposto di creare un meccanismo di lotta contro le sanzioni americane e ha affermato che è necessario un impegno collettivo per liberare l’economia mondiale dal monopolio del dollaro.

Il segretario del Consiglio di Sicurezza iraniano ritiene necessario creare un meccanismo internazionale costante per contrastare le sanzioni imposte dagli Stati Uniti. Questa è la proposta avanzata da Shamkhani durante la 10° Conferenza internazionale degli alti ufficiali per la sicurezza a Ufa, Russia.

“Dobbiamo dare prova di resistenza di fronte alle interferenze, alle pressioni, ai ricatti economici degli USA allo scopo di stabilire la pace. È necessario riconoscere ufficialmente e contrastare le sanzioni extraterritoriali del governo americano contro gli altri paesi svolgendo una riunione degli stati che si schierano contro queste pratiche dannose, ed è necessario creare un meccanismo internazionale costante per contrastare queste sanzioni”, ha detto Shamkhani.

Il diplomatico ha sottolineato che bisogna impiegare le forze collettive per “la liberazione dell’economia globale dal monopolio del dollaro e il raggiungimento dell’indipendenza nel sistema monetario e bancario senza il dominio degli Stati Uniti”.

“Oggi gli USA, essendo la più grande minaccia al sistema internazionale, tramite la destabilizzazione, l’introduzione delle sanzioni economiche, creano desolazione e insicurezza, cercano di costringere i paesi alla resa. Se uno spettro esteso di paesi prenderà la decisione comune di contrastare i ricatti degli USA, potremo farli retrocedere, assumere un atteggiamento ragionevole e responsabile nel sistema internazionale”, ha aggiunto.

“È anche necessario fornire un aiuto collettivo ai paesi che sono esposti all’aggressione in una forma nuova, specialmente al governo del presidente Nicolas Maduro in risposta alle interferenze del governo americano, deciso a ribaltare un potere legittimo”, ha concluso Shamkhani.

Correlati:

Cremlino commenta la situazione nel Golfo di Oman
Iran sospettato di aver tentato di abbattere un drone americano nel Golfo di Oman
USA cercano consenso internazionale su incidente nel Golfo d'Oman
Tags:
Sanzioni USA, Sanzioni, USA, Iran
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik