00:07 18 Novembre 2019
Il Golfo di Oman

Cremlino commenta la situazione nel Golfo di Oman

© Foto: Public domain
Politica
URL abbreviato
6410
Seguici su

Le accuse inconsistenti contro l'Iran per gli avvenimenti nel Golfo di Oman "non possono essere prese in considerazione", ha dichiarato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

"Non abbiamo dimenticato i vasetti con la polvere bianca (che nel 2003 il segretario di Stato americano Colin Powell aveva mostrato al Consiglio di Sicurezza dell'ONU come prova della presenza delle armi di distruzione in Iraq, cosa non confermata in seguito). Lo ricordiamo. Pertanto abbiamo imparato ad essere prudenti nelle nostre valutazioni e come in passato esortiamo a valutare con sobrietà la situazione ed aspettare che compaiano alcuni dati convincenti. E' assurdo riferirsi a dati d'intelligence in questo caso", ha detto Peskov in un'intervista in un programma televisivo.

Secondo il portavoce di Putin, "questi incidenti sono davvero in grado di scuotere da soli le fondamenta dell'economia mondiale, pertanto le accuse infondate difficilmente possono essere prese in considerazione."

Il 13 giugno due petroliere, Front Altair e Kokuka Courageous, sono state attaccate nel Golfo di Oman. Sulle navi ci sono state esplosioni ed incendi. Gli equipaggi delle navi colpite sono stati evacuati in Iran e a bordo di un cacciatorpediniere americano. C'erano 11 marinai russi a bordo di Front Altair, tutti sono rimasti illesi.

Gli Stati Uniti hanno accusato l'Iran di aver attaccato le petroliere.

Il ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif ha affermato che le accuse USA sul coinvolgimento dell'Iran negli attacchi alle petroliere sono infondate. I militari iraniani hanno riferito di aver inviato una nave ed un elicottero nel Golfo di Oman per il salvataggio e l'assistenza agli equipaggi delle navi.

Il viceministro degli Esteri russo Sergey Ryabkov ha dichiarato che Mosca ha messo in guardia dai tentativi di incolpare dell'accaduto l'Iran ed ha esortato a non sfruttare la situazione per fomentare tensioni. Il ministero degli Esteri russo ha inoltre chiesto di astenersi da affrettate conclusioni sull'attacco alle petroliere prima del completamento delle indagini.

Correlati:

A Teheran sicuri, le accuse su attacco a petroliere sono supplemento a sanzioni USA
Tags:
Dmitry Peskov, Incidente, Navi, Russia, Cremlino, Iran
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik