14:02 19 Novembre 2019
Alexis Tsipras

Tsipras avverte la Turchia: UE si muoverà in caso di azioni illegali a Cipro

© REUTERS / Alkis Konstantinidis
Politica
URL abbreviato
2312
Seguici su

Come aggiunto dal premier greco, le provocazioni della Turchia non sono problemi bilaterali, ma dovrebbero riguardare l'intera Unione Europea.

La UE prenderà provvedimenti contro la Turchia, se non fermerà le sue azioni illegali nella zona economica esclusiva di Cipro.

Lo ha dichiarato il premier greco Alexis Tsipras a margine del 6° vertice dei Paesi meridionali della UE a La Valletta (Malta), riferisce l'agenzia di stampa macedone ateniese AMNA.

Al vertice, a cui hanno preso parte i leader di Grecia, Cipro, Malta, Francia, Italia, Portogallo e Spagna, il presidente cipriota Nikos Anastasiadis ha denunciato le attività illegali della Turchia nella zona economica esclusiva di Cipro, che, come noto, contraddice tutti i principi e il diritto internazionale della UE.

"Considero esclusivamente chiaro il segnale che inviamo oggi, secondo cui la UE discuterà ed interverrà se la Turchia non cesserà le sue attività illegali nella zona economica esclusiva di Cipro", ha sottolineato Tsipras. "Abbiamo espresso il nostro pieno sostegno a Nikos Anastasiadis", ha aggiunto.

Tsipras ha spiegato che le provocazioni della Turchia contro Cipro e la Grecia non sono problemi bilaterali, ma dovrebbero riguardare l'intera Unione Europea.

"Non è una questione bilaterale tra Turchia e Cipro o Turchia e Grecia, questi sono problemi tra l'Europa e la Turchia, così vanno affrontati", ha sottolineato il premier greco.

"L'essenza della nostra idea è il rispetto del diritto internazionale, per chi non rispetta il diritto internazionale deve subire le corrispondenti conseguenze", ha rilevato il capo del governo greco.

Tags:
Nikos Anastasiades, Unione Europea, UE, Turchia, Cipro, Grecia, Alexis Tsipras
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik