Widgets Magazine
09:08 23 Settembre 2019
Benjamin Netanyahu

Netanyahu: Israele non permetterà schieramento di basi nemiche presso confini

© AP Photo/ DEBBIE HILL
Politica
URL abbreviato
10023
Seguici su

Israele opera "sistematicamente e coerentemente" per impedire la comparsa di basi nemiche vicino ai suoi confini, ha dichiarato il premier Benjamin Netanyahu a margine della notizia di un nuovo bombardamento israeliano in Siria.

Non ha menzionato direttamente l'attacco notturno sul Golan e non ha commentato le accuse di Damasco sul coinvolgimento israeliano nel bombardamento.

"Lavoriamo sistematicamente e coerentemente per impedire ai nostri nemici di dislocare basi vicino a noi", ha detto Netanyahu, intervenendo in una cerimonia commemorativa del quarto presidente israeliano Ephraim Katzir.

Ha aggiunto che Israele non solo reagisce con forza alle aggressioni, ma agisce preventivamente per togliere al nemico la possibilità di attaccare.

Un raid israeliano la scorsa notte è stato segnalato dalla televisione di stato siriana. Secondo quanto riferito, gli attacchi missilistici sono stati parzialmente respinti dalla contraerea, disturbata da mezzi di guerra elettronica, ed hanno provocato solo alcuni danni materiali.

Lo scopo principale dei bombardamenti in Siria in corso negli ultimi anni, secondo Tel Aviv è il contrasto della presenza ostile dell'Iran e dei gruppi paramilitari filo-iraniani a ridosso dei confini settentrionali.

Correlati:

Siria, nuovo attacco missilistico di Israele contrastato nel sud del Paese
Militari israeliani denunciano violazione spazio aereo da drone proveniente dal Libano
Tags:
Difesa, Sicurezza, situazione in Medio Oriente, Medio Oriente, Benjamin Netanyahu, crisi in Siria, Siria, Israele, Iran
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik