Widgets Magazine
04:22 24 Agosto 2019
La bandiera della Bulgaria e dell'UE

Leader opposizione bulgara: due “fragorosi schiaffi” al nostro Governo dall’UE

© Sputnik . Алексей Витвицкий
Politica
URL abbreviato
0 34

Korneliya Ninova, che ha dato le dimissioni da presidente del Partito Socialista Bulgaro, ha dichiarato che l’UE ha schiaffeggiato fragorosamente schiaffeggiato il Governo bulgaro.

La politica ha espresso la sua opinione in relazione alla visita del ministro degli Esteri dei Paesi Bassi, Stef Blok, che ha ripetuto ancora una volta che al momento attuale è impossibile ammettere la Bulgaria nella zona Schengen. I motivi secondo il diplomatico sono il basso livello di sicurezza del confine esterno dell’UE e la corruzione nel paese.

“Il ministro olandese ha affermato che non ci vogliono in zona Schengen a causa della corruzione. Il premier (Bojko Borisov, ndr) gli ha fatto vedere le fotografie delle barriere (al confine tra Bulgaria e Turchia, ndr), ma l’Europa non crede più alle fotografie e quindi hanno detto: per via del livello di corruzione di questo governo non vi vogliamo in zona Schengen”, ha commentato Ninova.

Il giorno prima il primo ministro della Bulgaria Bojko Borisov e il ministro degli Esteri Ekaterina Zakharieva avevano ricevuto il ministro degli Esteri dei Paesi Bassi. Durante la conferenza stampa il diplomatico olandese ha dichiarato che nel suo paese continuano a entrare sempre più migranti e quindi per essere ammessa in zona Schengen la Bulgaria, che rappresenta il confine esterno dell’UE, deve rafforzare ancora di più i controlli. Il ministro ha aggiunto anche che devono essere visibili i risultati della lotta alla corruzione nel paese.

Ricordiamo che negli ultimi mesi in Bulgaria sono scoppiati contemporaneamente due scandali sulla corruzione: si è scoperto che alcuni funzionari acquistavano case di lusso a prezzi scontati e altri utilizzavano a scopi personali le case turistiche costruite con i fondi stanziati dall’UE. Dopo che queste notizie sono apparse sui media hanno presentato le dimissioni il ministro della Giustizia, il vice ministro dell’Economia, il vice ministro dello Sport, il vice presidente del partito al potere, il GERB (Cittadini per lo Sviluppo Europeo della Bulgaria).

Correlati:

Politico bulgaro: gli F-16 americani? Costosissimi aspirapolveri
Flop alle Europee, si dimette il leader del partito socialista bulgaro
Per deputato bulgaro "scandalo dell'anno" l'affare sugli F-16 americani
Tags:
Paesi Bassi, Schengen, UE, Bulgaria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik