06:59 14 Novembre 2019
Ambasciata russa a Washington

Ambasciata russa smentisce negoziati con USA sulle armi strategiche offensive

© AFP 2019 / Chris Kleponis
Politica
URL abbreviato
0 20
Seguici su

La missione diplomatica russa negli Stati Uniti ha smentito l'articolo del Washington Post sui negoziati con la parte americana riguardo l'estensione del trattato strategico sulle armi offensive.

"Suscita perplessità l'affermazione del giornalista Paul Sonne, secondo cui "Washington e Mosca stanno discutendo le prospettive del Trattato START". Non sappiamo nulla di questi contatti. Osserviamo che il presidente della Federazione Russa Vladimir Putin già un anno fa ad Helsinki aveva proposto a Donald Trump di considerare la possibilità di estendere il trattato dopo il 2021. Non è ancora pervenuta una risposta", si legge in un comunicato dell'Ambasciata.

"Inoltre ieri il direttore del Consiglio di Sicurezza Nazionale T. Morrison ha affermato che la decisione sulla proroga del trattato sarebbe stata presa dall'amministrazione "non prima del 2020. "Riteniamo che sarebbe interessante non solo per la Russia, ma anche per la parte americana sapere chi e con quale mandato discute i futuri accordi", ha aggiunto l'Ambasciata.

I diplomatici russi a Washington hanno confutato sia la dichiarazione di Morrison sulla "mancanza di interesse della Russia nell'estendere il Trattato START", sia la sua affermazione secondo sui sarebbe questo il motivo per cui Mosca esprime preoccupazione per l'attuazione degli obblighi incompleti di Washington all'interno del trattato.

"Allo stesso tempo vorremmo ricordarvi le nostre legittime preoccupazioni, che abbiamo espresso a Washington da diversi anni. Meritano di ricevere una risposta adeguata dagli Stati Uniti. Sottolineiamo che le dichiarazioni nello spirito "onoriamo i nostri impegni e dovete crederci " non sono una prova, specialmente se provengono da una parte che si delegittima promuovendo accuse infondate", ha chiarito l'Ambasciata.

Nel comunicato si cita come esempio di mancanza di professionalità e di bufala l'articolo che contiene in aggiunta accuse contro la Russia sulle presunte violazioni del Trattato sulla messa al bando totale dei test nucleari (CTBT).

I diplomatici hanno inoltre respinto l'affermazione del giornalista del Washington Post, secondo cui l'Ambasciata si sarebbe rifiutata di dare commenti.

Secondo l'Ambasciata, il giornale non ha fatto pervenire nessuna richiesta di commento.

Tags:
Washington Post, Armi nucleari, disarmo, Difesa, Sicurezza, trattato Start, Diplomazia Internazionale, Politica Internazionale, Ambasciata, Russia, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik