Widgets Magazine
02:10 17 Settembre 2019
Bandiere di Estonia e UE

Parlamento estone dà carta bianca all'esercito su attività di spionaggio

© REUTERS / Ints Kalnins
Politica
URL abbreviato
0 04
Seguici su

Il Parlamento estone ha approvato per la seconda volta gli emendamenti alla legge sull'organizzazione delle forze di difesa, che conferiscono all'esercito il diritto di condurre attività di sorveglianza segrete, nonostante in precedenza la presidente Kersti Kaljulaid non abbia dato il via libera alla riforma.

Lo riporta l'ufficio stampa dell'organo legislativo del Paese baltico.

"53 deputati hanno votato per l'approvazione senza cambiamenti degli emendamenti, 31 deputati hanno votato contro: in totale, 101 deputati lavorano in parlamento", si afferma nel comunicato.

Il 20 febbraio scorso il Parlamento estone aveva adottato gli emendamenti alla legge sull'organizzazione delle forze di difesa, che conferiscono all'esercito il diritto di utilizzare i dati personali dei database di enti pubblici, governi locali o altre organizzazioni per questioni di sicurezza e per condurre attività di spionaggio segrete.

La presidente Kaljulaid non aveva firmato la legge, sostenendo che contraddice diversi articoli della Costituzione e può violare i diritti civili.

In Estonia se il Parlamento adotta senza modifiche una legge rigettata dal capo di Stato, il presidente o è costretto a firmarla o presentare un esposto in tribunale per verificarne la costituzionalità: in questo caso la legge entrerà in vigore o meno in base alla decisione dei giudici.

Tags:
Kersti Kaljulaid, Privacy, Esercito, Spionaggio, Diritti Umani, Società, Paesi Baltici, Parlamento, Estonia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik