Widgets Magazine
18:00 18 Settembre 2019

Candidato in sostituzione di Juncker avrà bisogno di una "doppia maggioranza" - Macron

© Sputnik . Alexey Vitvitsky
Politica
URL abbreviato
0 02
Seguici su

Il candidato alla carica di nuovo capo della Commissione europea avrà bisogno di una "doppia maggioranza", al Parlamento Europeo e al Consiglio Europeo, ha detto il presidente francese Emmanuel Macron prima del vertice informale dell'UE a Bruxelles martedì.

I paesi dell'UE dovranno presto concordare la candidatura per il posto di capo della Commissione Europea, che sarà sostituito in autunno, e presentarlo per l'approvazione da parte del Parlamento europeo. La domanda è: il candidato proposto otterrà la maggioranza dei voti se considerato dal Parlamento Europeo, dato che la tradizionale maggioranza bipartita, centro-destra e centro-sinistra, non esiste più?

Inoltre, alcuni paesi sono scettici  riguardo al sistema di selezione dei partiti per "i principali candidati", quindi il negoziatore della Brexit Michel Barnier appare di volta in volta nei media come potenziale candidato.

"Abbiamo bisogno di creare un progetto, una piattaforma d'azione unificata per le forze europeiste, e trovare persone che possano personificare questo e che avranno bisogno di una doppia maggioranza: dobbiamo costruirlo nel Parlamento Europeo e nel Consiglio Europeo", ha detto Macron ai giornalisti.

Secondo lui, "ha discusso questo con i suoi colleghi e ha in programma di discutere ora con il gruppo di Visegrad", e incontrerà anche il cancelliere tedesco Angela Merkel, che sostiene il candidato della più grande fazione del "Partito popolare europeo" Manfred Weber.

I candidati più probabili per il posto del nuovo capo della Commissione europea tra i candidati al partito sono attualmente Manfred Weber del "Partito popolare europeo" di centrosinistra, il centrodestra Frans Timmermans e la liberale Margrethe Vestager.

I liberali, che sono alleati con Macron, sono diventati il terzo partito più grande e si rifiutano di supportare automaticamente il sistema di selezione dei partiti. Martedì, il capo del partito Guy Verhofstadt ha votato contro una dichiarazione congiunta della maggioranza parlamentare per sostenere questa pratica, chiedendo una scelta basata sul programma e sugli obiettivi.

Correlati:

Juncker esorta paesi UE ad essere più “ambiziosi”
L’offensiva di Macron a Bruxelles (il presidente francese non perde tempo)
Europee, Le Pen: Macron sciolga il parlamento, “come minimo”
Tags:
Vertice a Bruxelles, Bruxelles, UE, UE, Emmanuel Macron, Consiglio Europeo, Parlamento Europeo, Commissione Europea
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik