Widgets Magazine
05:09 23 Ottobre 2019
France's President Emmanuel Macron addresses the 73rd session of the United Nations General Assembly, at U.N. headquarters, Tuesday, Sept. 25, 2018.

L’offensiva di Macron a Bruxelles (il presidente francese non perde tempo)

© AP Photo / Richard Drew
Politica
URL abbreviato
5217
Seguici su

Offensiva di Emmanuel Macron a Bruxelles per dare vita a una maggioranza “progressista” nel Parlamento europeo e porre i suoi alleati alla testa delle istituzioni.

E’ quanto scrive oggi l’emittente francese Europe 1, riferendo di una “partenza addirittura anticipata per Bruxelles” del presidente per un pranzo di lavoro con i premier socialisti e liberali di Spagna, Belgio, Olanda e Portogallo, rispettivamente Pedro Sanchez, Charles Michel, Mark Rutte e Antonio Costa. Subito dopo, Macron incontrerà anche i leader del gruppo di Visegrad (Slovacchia, Repubblica Ceca, Polonia, Ungheria), roccaforte del campo nazionalista.

Macron ha già ricevuto ieri sera all’Eliseo il premier spagnolo, i cui deputati del Psoe saranno la componente più numerosa del gruppo socialista dell’europarlamento. Tuttavia alle elezioni di domenica scorsa i due principali partiti, Ppe e socialisti, non hanno raggiunto la maggioranza dei seggi dell’europarlamento e hanno quindi bisogno di formare un’alleanza politica almeno con i liberali dell’Alde, a cui fa riferimento il partito di Macron (Lrem), e possibilmente anche con i Verdi, le due formazioni europeiste premiate dagli elettori, per marginalizzare le forze sovraniste e euroscettiche e limitarne la capacità di influenza sul lavoro legislativo dell’Europarlamento.

Secondo Europe 1, Macron chiederà quindi che le principali cariche, come quella di presidente della Commissione o di presidente del Parlamento, non vengano automaticamente attribuite ai popolari o ai socialisti.

LEGGI ANCHE: Europee, Le Pen: Macron sciolga il parlamento, “come minimo”

Oggi infatti a Bruxelles sono in programma la Conferenza dei presidenti del parlamento europeo (tutti i capigruppo più il presidente dell’Assemblea uscente); poi, dalle 13 alle 16.30, si riunisce il summit del Ppe; e infine, a partire dalle 18, c’è il Consiglio europeo straordinario, a cui i capi di Stato e di governo sono stati convocati espressamente per avviare la discussione e i negoziati sulle nuove nomine.

Fonte: Askanews

Tags:
Bruxelles, Spagna, Francia, Mark Rutte, Charles Michel, Pedro Sanchez, Emmanuel Macron
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik