11:15 15 Novembre 2019
State Duma plenary session. (File)

Duma di Stato commenta decisione del tribunale marittimo per la questione dei marinai ucraini

© Sputnik . Maksim Blinov
Politica
URL abbreviato
3111
Seguici su

L'Ucraina non può fare riferimento solo alla liberazione dei marinai nei negoziati con la Russia, la decisione del Tribunale internazionale per il diritto del mare è poco professionale e unilaterale, ha detto Viktor Vodolatsky, primo vicepresidente della commissione per la Duma di stato per gli affari della CSI.

Sabato, il Tribunale internazionale per il diritto del mare ha esortato la Russia a liberare i marinai ucraini arrestati e le navi sequestrate nello stretto di Kerch per aver violato le frontiere russe. Allo stesso tempo, il tribunale non ritiene necessario chiedere alla Federazione Russa di fermare il processo dei marinai ucraini arrestati. Inoltre, il tribunale ha deciso che la Russia e l'Ucraina dovranno presentare relazioni sugli eventi nello stretto di Kerch entro il 25 giugno.

Il presidente dell'Ucraina Vladimir Zelensky ha affermato che l'adempimento della decisione del Tribunale internazionale delle Nazioni Unite da parte della Federazione russa potrebbe portare allo sblocco dei negoziati tra Kiev e Mosca. Il ministero degli Esteri russo ha osservato che nel corso dell’udienza successiva intende difendere la propria posizione, inclusa la questione della mancanza di giurisdizione del tribunale a considerare questo problema.

"Nei negoziati con la Russia, non si può fare solo riferimento a questo episodio: per fare un passo avanti nella risoluzione dei loro problemi e del desiderio di trovare un compromesso con la Russia, (Zelensky) deve cancellare tutte le decisioni e i decreti di Poroshenko in relazione alla Russia", ha detto a Sputnik Vodolatsky.

Il parlamentare ha sottolineato che il tribunale internazionale ha preso questa decisione unilateralmente. "I marinai, che hanno eseguitol'ordine criminale di Poroshenko e del ministro della Difesa, hanno commesso un crimine, hanno violato le frontiere della Federazione Russa, secondo il diritto internazionale sono criminali e il tribunale che ha preso una tale decisione oggi non è professionale".

Il 25 novembre dello scorso anno, tre navi della marina ucraina hanno violato il confine con la Russia, sono entrate nella zona temporaneamente chiusa del mare territoriale della Federazione Russa e si sono spostate dal Mar Nero allo stretto di Kerch. Hanno manovrato pericolosamente e non si sono fermati alle legittime richieste delle autorità russe. Le navi sono state sequestrate e i 22 marinai a bordo e due ufficiali della SBU sono stati arrestati. È stata aperta una causa legale sull'attraversamento illegale del confine di stato contro i detenuti. Il presidente russo Vladimir Putin ha definito l'incidente una provocazione associata alla bassa valutazione di Poroshenko alla vigilia delle elezioni, che Vladimir Zelensky alla fine ha vinto.

Correlati:

L'Ucraina ha annunciato l'invio di navi da guerra nello Stretto di Kerch
USA escludono risposta armata a incidente dello stretto di Kerch
Lituania impone sanzioni contro la Russia dopo l'incidente dello stretto di Kerch
Tags:
Duma di Stato, Duma, Russia, Sanzioni, Sanzioni, Kerch
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik