Widgets Magazine
18:38 22 Agosto 2019
Navi iraniane nel Golfo Persico

USA devono riflettere sulle conseguenze di una guerra con l'Iran

© AP Photo / Mahdi Marizad
Politica
URL abbreviato
5242

Mosca consiglia agli Stati Uniti di pensare alle possibili conseguenze delle proprie azioni aggressive nei confronti dell'Iran, ha dichiarato la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

In precedenza la Associated Press, con riferimento a fonti, aveva segnalato che il Pentagono avrebbe presentato alla Casa Bianca i piani sull'invio supplementare fino a 10mila soldati in Medio Oriente sullo sfondo delle tensioni con l'Iran.

"Gli Stati Uniti stanno esasperando la situazione inviando portaerei e bombardieri nella zona del Golfo Persico, accompagnati da dichiarazioni bellicose e accuse infondate e senza prove contro l'Iran in merito ad alcune attività sovversive nella regione riguardo minacce ai diplomatici statunitensi nel vicino Iraq. La pressione militare e la retorica aggressiva di Washington servono per provocare intenzionalmente Teheran a più severe azioni di rappresaglia, per cercare il pretesto per uno scontro diretto. E' una linea molto pericolosa," - ha detto la Zakharova in una conferenza stampa.

"Consiglieremmo agli Stati Uniti di riflettere a cosa possa portare il loro comportamento aggressivo, a quali problemi si potrebbero creare ulteriormente in una regione che soffre da lungo tempo e per tutta la sicurezza internazionale", ha aggiunto.

Il sistema Patriot
© AFP 2019 / BULENT KILIC

Secondo la Zakharova, gli Stati Uniti non dovrebbero interferire con il piano d'azione globale relativo all'accordo internazionale sul programma nucleare iraniano.

Sullo sfondo delle tensioni con l'Iran, gli Stati Uniti hanno schierato almeno sette navi da guerra nel Golfo Persico ed hanno dislocato nella regione i sistemi di contraerea Patriot. Come chiarito dal Pentagono, queste mosse sono la risposta ai "segnali della crescente propensione dell'Iran di condurre operazioni offensive contro le forze statunitensi e la difesa dei nostri interessi".

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha inoltre dichiarato di auspicare di evitare una guerra con l'Iran. Il leader supremo iraniano Ali Khamenei ha detto che l'Iran non intende fare la guerra agli Stati Uniti, ma continuerà a resistere a Washington.

Tags:
Pentagono, situazione in Medio Oriente, Medio Oriente, Maria Zakharova, Il Ministero degli Esteri della Russia, Diplomazia Internazionale, Politica Internazionale, Geopolitica, Russia, USA, Iran
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik