Widgets Magazine
07:41 18 Agosto 2019
Ministro degli Esteri dell'Austria Sebastian Kurz

Crisi del Governo in Austria: cancelliere rischia la sfiducia

© REUTERS / Leonhard Foeger
Politica
URL abbreviato
0 22

Il cancelliere austriaco e leader del Partito Popolare Austriaco Sebastian (ÖVP) Kurz lunedì ha deciso di rimuovere dal governo di coalizione, tra il suo partito e il Partito della Libertà Austriaco (FPÖ), il ministro degli Interni Herbert Kickl.

Kurz si è detto pronto a continuare a lavorare senza la partecipazione di tutti i ministri dell’FPÖ, che rappresentano la minoranza, se questi abbandoneranno il Governo.

A questo scopo ha promesso di raccomandare al presidente Alexander Van der Bellen di imporre le dimissioni al ministro degli Interni che ritiene partecipe agli eventi riguardanti il video-scandalo con Heinz-Christian Strache, che ha rinunciato a ogni carica politica.

Le dimissioni di Kickl dalla carica di ministro degli Interni sono il secondo caso di questo tipo, dopo che Strache ha lasciato la posizione di vice cancelliere in quanto accusato di abuso di potere e tentativi di portare a termine accordi segreti aggirando la Corte dei Conti.

FPÖ ha avvertito che se il cancelliere riuscirà nel suo scopo di rimuovere Kickl dalla sua posizione tutti i membri del partito abbandoneranno il Governo di coalizione. Kurz ha preso atto della posizione del partito e si è detto pronto a continuare a lavorare senza i suoi membri, portando in Governo al loro posto esperti e alti funzionari che potranno portare a termine il lavoro del Governo fino alla data stabilita delle elezioni anticipate.

Fin dall’inizio dello scandalo provocato dal video di Strache, Kurz ha chiesto di indagare su tutte le sue affermazioni scandalo. Il fatto che il Ministro degli Interni sia presieduto da un compagno di partito di Strache secondo Kurz non garantirebbe la trasparenza delle azioni giuridiche.

La causa principale della richiesta di dimissioni di Kickl è il fatto che al momento delle vicende del video l’attuale ministro degli Interni era segretario generale del FPÖ e quindi, secondo Kurz, avrebbe preso parte agli accordi segreti, sarebbe responsabile per le finanze del partito e dovrebbe dimettersi autonomamente per garantire la trasparenza delle indagini nei confronti di Strache.

“Ho deciso che proporrò al presidente di dimettere il ministro degli Interni. Ne ho personalmente dato notifica al ministro e telefonicamente al leader del suo partito, Norbert Hofer”, ha detto Sebastian Kurz. “Ho discusso con il presidente e allo scopo di garantire la stabilità prima delle elezioni sono disposto a nominare degli esperti e alti funzionari per ricoprire le cariche che si libereranno”.

Correlati:

Austria, il vicecancelliere si dimette dopo video-scandalo sui legami con la Russia
Terremoto politico in Austria, le reazioni della stampa nazionale e internazionale
In Austria combattente dell'ISIS ha beneficiato di cure gratis e sussidio sociale
Tags:
Sebastian Kurz, Partito delle Libertà austriaco, Heinz Christian Strache, Austria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik