Widgets Magazine
08:24 18 Ottobre 2019
Mike Pompeo

Pompeo: in Russia per sondare cooperazione su Siria e Afghanistan e parlare di Venezuela

© AFP 2019 / Drew Angerer/Getty Images
Politica
URL abbreviato
719
Seguici su

Il segretario di Stato americano ha definito la Siria un "buon esempio" di dove potrebbero interagire Mosca e Washington.

Il capo della diplomazia americana Mike Pompeo, durante la sua visita in Russia tra il 12 e 14 maggio, intende discutere della situazione in Venezuela e tentare di trovare opportunità di interazione tra Washington e Mosca sull'Afghanistan e la Siria. Lo ha dichiarato in un'intervista al canale televisivo della CNBC.

"Il presidente Trump mi ha detto di andare in Russia per discutere di un ampio insieme di questioni: ci sono molte aree in cui spero che possiamo trovare interessi comuni con la Russia", ha detto Pompeo. "Forse non ci riusciremo, in questo caso ognuno andrà per la sua strada."

"Ma è importante. Ricordo che quando ero direttore della CIA lavoravo a stretto contatto con la parte russa nella lotta contro il terrorismo. Sono certo che questo lavoro è stato importante, ci ha permesso di salvare le vite di americani e russi", ha detto Pompeo.

"Ci sono aree che affronteremo secondo valori completamente diversi, le nostre opinioni divergeranno, qui difenderemo gli interessi americani", ha affermato il segretario di Stato statunitense. "Ma nei campi in cui possiamo trovare posizioni e interessi comuni, lavoreremo insieme, è pienamente accettabile, è necessario; è mia responsabilità".

Rispondendo alla domanda su esattamente in quali aree gli Stati Uniti e la Federazione Russa potrebbero lavorare insieme, Pompeo ha dichiarato: "La Siria è un buon esempio". "Spero che possiamo trovare qualcosa per lavorare insieme in Afghanistan, anche la Russia affronta la minaccia terroristica dall'Afghanistan", ha aggiunto.

Tags:
Diplomazia Internazionale, Cooperazione, Terrorismo, Afghanistan, Venezuela, Situazione in Venezuela, Siria, crisi in Siria, Russia, USA, Mike Pompeo
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik