Widgets Magazine
02:31 17 Luglio 2019
La bandiera del Venezuela

USA: governo chiude l’acqua all’Ambasciata venezuelana

© REUTERS / Ueslei Marcelino
Politica
URL abbreviato
La crisi politica in Venezuela (417)
6422

Il governo degli Stati Uniti ha chiuso l'acqua all'ambasciata venezuelana a Washington sabato per costringere la missione del Collettivo di protezione dell'ambasciata, al quale si sono uniti diversi gruppi contro la guerra, a lasciare l'edificio, ha dichiarato Medea Benjamin, co-fondatrice del gruppo internazionale per i diritti umani Global Exchange and Code Pink: Women for Peace.

"Ora il governo degli Stati Uniti ha chiuso l'acqua nell'ambasciata del Venezuela per obbligarci a uscire. Senza luce, senza acqua e senza cibo, così il Grande Fratello cerca di schiacciare anche altri paesi. #embassyprotectioncollective #HandsOffVenezeula", ha scritto Benjamin su Twitter.

​Ha espresso la convinzione che la lotta del collettivo di protezione dell'ambasciata passerà alla storia, sottolineando che gli attivisti stavano cercando di fermare "un colpo di stato, un'invasione statunitense e una guerra civile".

Gli attivisti del Collettivo di protezione dell'ambasciata sono rimasti all'interno dell'ambasciata dal mese di aprile, con il permesso del Ministero degli Affari Esteri venezuelano. Sostengono il presidente venezuelano Nicolas Maduro davanti ai tentativi di opposizione sostenuti dagli Stati Uniti per cacciarlo dal potere. La permanenza degli attivisti nell'ambasciata è motivata dalla volontà di impedire ai rappresentanti del leader dell'opposizione venezuelano Juan Guaido di assumere il controllo della missione. Durante la scorsa settimana, gli scontri tra gli attivisti che occupavano l'ambasciata e i venezuelani che si accampavano fuori dall'edificio sono aumentati, causando nove arresti.

© AFP 2019 / Mauro Pimentel

Il Venezuela è stato scosso da disordini da gennaio, quando Guaido si è proclamato presidente ad interim del paese ed è stato riconosciuto dagli Stati Uniti e da dozzine di altre nazioni.

Maduro, riconosciuto da Cina e Russia in numerosi altri paesi, ha accusato gli Stati Uniti di cercare di rovesciare il suo governo e di voler instaurare Guaido nel tentativo di impadronirsi delle risorse naturali del Venezuela.

Guaido ha fatto un nuovo tentativo di deporre Maduro il 30 aprile, mettendo in scena una manifestazione di fronte alla base militare di La Carlota a Caracas. Tuttavia, il tentativo è "fallito completamente", come ha affermato il governo venezuelano.

Tema:
La crisi politica in Venezuela (417)

Correlati:

Entrata nelle acque territoriali del Venezuela nave militare americana
Per Mosca le nuove sanzioni USA contro il Venezuela sono vendetta per il fallito golpe
Staccata la luce all'Ambasciata del Venezuela a Washington
Tags:
Situazione in Venezuela, Venezuela, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik