Widgets Magazine
07:42 15 Settembre 2019
Le Pen

Marine Le Pen sfida Macron: “dimissioni se perdi le elezioni europee”

© AFP 2019 / Vincent Kessler
Politica
URL abbreviato
2161
Seguici su

La leader del Fronte Nazionale Marine Le Pen ritiene che le imminenti elezioni per il Parlamento europeo siano per la Francia una sorta di referendum sul presidente Macron, riporta Le Parisien. In questo caso Macron dovrebbe seguire l'esempio del generale De Gaulle e lasciare l'Eliseo in caso di sconfitta in queste votazioni, è convinta Marine Le Pen.

"Un ultimatum che fa ricordare De Gaulle", ha commentato così Le Parisien le parole della leader del Fronte Nazionale Marine Le Pen, secondo cui Emmanuel Macron "dovrà dimettersi" se il suo partito uscirà sconfitto alle elezioni europee.

"Queste elezioni per il Parlamento europeo sono un referendum per dire sì o no ad Emmanuel Macron. Sono d'accordo, ma nelle condizioni odierne occorre seguire lo stesso esempio del generale de Gaulle: se perderà le elezioni, dovrà andarsene ", ha dichiarato il politico francese sul canale televisivo LCI.

Marine Le Pen ha inoltre sottolineato che il presidente della Repubblica ricopre oggi il ruolo di leader di partito e dirige la campagna elettorale.

"Bisogna essere coerenti, se mette il suo peso sulla bilancia in qualità di capo di Stato, se queste elezioni si trasformano in un referendum, allora dovrebbe avere l'onore e la dignità di fare ciò che ha fatto il generale De Gaulle, cioè andarsene, se perderà il referendum", - ha aggiunto la leader del Fronte Nazionale.

​Come ricorda il giornale, poche ore prima, durante la conferenza stampa a margine del vertice della UE in Romania, Macron aveva dichiarato che si sarebbe "impegnato al massimo" affinché il partito di Marine Le Pen non vincesse le elezioni del Parlamento europeo del 26 maggio.

Secondo Le Pen, il capo di Stato francese "si comporta ancora come il presidente di una particolare forza politica, trascurando milioni di francesi a cui non si rivolge più e di cui non tiene conto, o peggio di tutto ci combatte. Secondo la rivale di Macron nelle ultime elezioni presidenziali, il suo avversario "ha rigettato il ruolo e i doveri del capo di Stato della Quinta Repubblica".

Come osserva il quotidiano, Le Pen ha inoltre accusato Macron di essere il primo presidente del Paese a sfruttare la sua carica per promuovere il programma del partito politico alla vigilia delle elezioni del Parlamento europeo, anche se nel 2009 il nome di Nicolas Sarkozy compariva ripetutamente nei manifesti elettorali del suo partito.

Come riportato dal quotidiano, gli ultimi sondaggi mostrano uno scarto minimo tra i partiti di Le Pen e Macron alla vigilia del voto.

Tags:
Eliseo, Europarlamento, Elezioni europee 2019, Emmanuel Macron, Marine Le Pen, Francia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik