15:27 13 Novembre 2019
Bandiera Iran

Gli Stati Uniti hanno di nuovo minacciato l'Iran con sanzioni per il nucleare

© REUTERS / Raheb Homavandi
Politica
URL abbreviato
4011
Seguici su

Il governo degli Stati Uniti potrebbe imporre sanzioni in caso di un tentativo di espandere la centrale nucleare di Bushehr, nonché per l'esportazione di uranio arricchito dall'Iran in cambio di uranio minerale, annunciato nel Dipartimento di Stato.

"Dal 4 maggio, l'assistenza per l'espansione della centrale nucleare iraniana di Bushehr a esclusione del reattore esistente potrebbe portare a sanzioni. Anche il trasferimento di uranio arricchito dall'Iran in cambio di uranio minerale potrebbe portare a sanzioni", ha comunicato il Dipartimento di Stato americano.

Spiega che tali misure mirano a rafforzare le restrizioni relative al programma nucleare iraniano.

Gli Stati Uniti chiedono inoltre a Teheran di "fermare tutte le attività che minacciano il regime di non proliferazione, in particolare l'arricchimento dell'uranio. Non intendiamo tollerare azioni che contribuiscano a continuare con l’arricchimento e non consentiremo più l’immagazzinamento dell'acqua pesante in Iran".

Il Dipartimento di Stato ha osservato che il capo del dipartimento, Mike Pompeo, ha adottato misure che consentiranno "di portare avanti progetti che limitano la capacità dell'Iran di rilanciare il programma nucleare su cui ha lavorato in passato".

Allo stesso tempo, il Dipartimento di Stato ha annunciato che in precedenza le deroghe introdotte dalle sanzioni per le attività di non proliferazione negli impianti di Arak, Fordo e Bushehr sono state prorogate di 90 giorni.

Per quanto riguarda la struttura di Bushehr, il comunicato stampa dichiara: "(E’ consentito) di continuare a lavorare sull'unità della centrale nucleare esistente per garantire operazioni sicure e trasparenti, nonché per facilitare l'approvvigionamento e il ritorno di combustibile straniero. Questo esclude ogni legale bisogno dell'Iran di arricchire l'uranio e lo priva dell'accesso al combustibile nucleare esaurito dal quale si può separare il plutonio".

Gli Stati Uniti hanno concordato di continuare a riprogettare il reattore ad Arak in modo che non si trasformi in un impianto per la produzione di plutonio per uso militare, oltre a modificare le infrastrutture presso l'impianto di Fordo in modo che non sia più utilizzato per l'arricchimento dell'uranio, ha detto il Dipartimento di Stato.

Correlati:

Le conseguenze dell'embargo totale contro il petrolio iraniano
L’Iran ha introdotto controsanzioni contro gli USA
WSJ: gli Stati Uniti non volevano annullare le eccezioni alle sanzioni all'Iran
Tags:
Misure contro l'Iran, Accordo con Iran, Intesa con Iran, Sanzioni Iran, Iran, Plutonio, Esportazione di uranio arricchito, arricchimento uranio, uranio
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik