Widgets Magazine
12:35 22 Settembre 2019
Mohammed bin Salman

Rivelati i dettagli su “accordo del secolo” degli USA

© AP Photo / Etienne Oliveau/Pool
Politica
URL abbreviato
4015
Seguici su

Il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman ha offerto al presidente palestinese Mahmoud Abbas 10 miliardi di dollari per sostenere il piano del presidente degli Stati Uniti Donald Trump per un accordo in Medio Oriente noto come "l'accordo del secolo". È riportato da Press TV.

Va notato che il leader palestinese ha rifiutato l'offerta, spiegando che accettare l'accordo significherebbe la fine della sua carriera politica.

Con riferimento alle relazioni diplomatiche sui risultati dell'incontro dei politici arabi, è stato riferito che Mohammed bin Salman ha informato Abbas sui dettagli del piano di Trump durante la visita del leader palestinese in Arabia Saudita nel dicembre 2017. Il principe ereditario gli ha anche chiesto del budget annuale alle autorità palestinesi che hanno risposto che il governo del paese aveva bisogno di un miliardo di dollari all'anno. Mohammed bin Salman allora ha offerto di pagare 10 miliardi di dollari in 10 anni se queste avessero firmato l’accordo di risoluzione in Medio Oriente.

È stato anche riferito che il principe ereditario ha offerto assistenza ad Abbas per rafforzare il controllo in Cisgiordania e sostegno finanziario per progetti volti a migliorare l'economia del paese. Il presidente palestinese ha affermato che le realtà politiche non gli consentono di accettare il piano degli Stati Uniti. Pertanto, osserva il giornale, la parte palestinese ha respinto l'accordo del secolo in previsione della sua pubblicazione.

Ad aprile, il consigliere e genero del presidente degli Stati Uniti, Jared Kushner, ha annunciato che un piano di risoluzione in Medio Oriente verrà presentato a giugno. Non ha rivelato i dettagli del progetto, ma ha solo confutato l'informazione che il piano di Trump è centrato sulla componente economica. A febbraio, Kouchner ha affermato che il progetto prevede l'abolizione dei confini nella loro forma attuale e la libera circolazione di persone e merci, nonché l'unificazione di tutti i territori palestinesi sotto un’unica autorità.

Il piano di risoluzione in Medio Oriente chiamato "affare del secolo" è stato preparato dall'inizio del mandato presidenziale di Donald Trump, ma i dettagli del progetto non sono stati resi noti. Secondo i media israeliani, ciò implica la creazione di uno stato palestinese nel 90% della Cisgiordania e la divisione di Gerusalemme. Washington non conferma questa informazione. I palestinesi hanno rifiutato la mediazione degli americani nel risolvere il conflitto, dopo che nel dicembre 2017 gli Stati Uniti hanno riconosciuto Gerusalemme come capitale di Israele.

Israele ha dichiarato Gerusalemme la sua capitale dopo la guerra di indipendenza nel 1949. Nel 1967, dopo la Guerra dei Sei Giorni, ha conquistato Gerusalemme Est unificandola con quella occidentale, senza il riconoscimento dell'ONU.

Correlati:

Palestina cerca una risposta internazionale su un’eventuale annessione della Cisgiordania
Arabia Saudita trasferisce $60 sul conto della Palestina
USA influenzano negativamente la normalizzazione dei rapporti tra Israele e Palestina
Tags:
Donald Trump, Stato di Palestina, palestinesi, Palestina, Mohammad bin Salman Al Saud, Mohammed bin Salman, Israele
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik