02:43 06 Luglio 2020
Politica
URL abbreviato
0 72
Seguici su

La presidente dell’Unione Cristiano Democratica (CDU), Annegret Kramp-Karrenbauer, che ha sostituito il cancelliere tedesco Angela Merkel, ha sostenuto il progetto Nord Stream 2.

In un'intervista all'agenzia di stampa tedesca, ha osservato che nelle attuali condizioni, nelle quali il paese sta gradualmente abbandonando carbone e energia nucleare, il gas sta diventando sempre più importante per la Germania, scrive Bild.

"Non importa se sia la nostra priorità in questo momento o no, sosteniamo questo progetto", ha detto Kramp-Karrenbauer, sottolineando che molti investimenti sono già stati fatti durante la costruzione del gasdotto.

Allo stesso tempo, la politica ha riconosciuto che l'attuazione del progetto è preoccupante per un certo numero di paesi, tra cui Polonia e Ucraina. Per quest'ultima, la questione è molto acuta, dal momento che Kiev ha paura di perdere considerevoli introiti dal transito del gas russo, che è sempre stato "un'assicurazione" e un aiuto per la parte ucraina. A questo proposito, il capo della CDU ha annunciato i piani della Merkel per ottenere determinate garanzie per Kiev in materia di conservazione del transito.

Nonostante la posizione di Kramp-Carrenbauer tra i democristiani, ci sono coloro che non sono così entusiasti del Nord Stream 2. Si tratta di Manfred Weber, che aspira a diventare presidente della Commissione europea. Se vincerà le elezioni, intende usare tutta la sua influenza per cambiare la politica riguardante il progetto.

Il 15 aprile, gli stati membri dell'UE hanno approvato cambiamenti sulla direttiva sul gas dell'UE, che estendono i poteri di Bruxelles nel settore del controllo delle rotte marittime. Ora i gasdotti posati da paesi terzi nelle acque territoriali dell'UE dovranno rispettare norme che finora si estendevano solo ai gasdotti terrestri. Le modifiche richiedono che il gestore del Nord Stream - 2 sia indipendente dalla società Gazprom e che il 50% della capacità del gasdotto sia riservato al pompaggio di gas da fornitori indipendenti. Tuttavia, nelle modifiche apportate alla legge, gli esperti vedono un dettagli positivi, poiché secondo gli emendamenti, tutte le decisioni sul progetto saranno prese dalla Germania, che è il primo paese che riceve il carburante attraverso questo oleodotto.

Il CEO di Nord Stream 2 AG (gestore del Nord Stream 2) Matthias Warnig ha dichiarato che l'adozione delle nuove disposizioni della direttiva sul gas dell'UE potrebbe compromettere la durata del progetto. Ha dichiarato la disponibilità dell'azienda ad andare in tribunale, se ciò dovesse accadere. Le aziende hanno anche sottolineato che ritardare il lancio del gasdotto non è vantaggioso per nessuno, dal momento che la mancanza di accesso a risorse di gas naturale a basso costo aumenterà il livello dei prezzi per questo tipo di carburante in tutta Europa.

Il Nord Stream 2 passerà sul fondale del Mar Baltico dalla Russia alla Germania. Verso la metà di aprile sono stati posati 1125 km di due linee di gas, con i lavori che proseguono in Russia, Finlandia, Svezia e Germania. Tuttavia, la posizione della Danimarca consente di posticipare il lancio del progetto: Copenaghen non ha dato il permesso per la costruzione, chiedendo un'ulteriore valutazione dell'impatto ambientale.

Correlati:

Nord Stream-2 è il futuro della Germania - governatrice Meclemburgo-Pomerania Anteriore
Germania, ministro economia: il Nord Stream 2 stabilizzerà le forniture di gas all'Europa
Germania: la direttiva UE sul Nord Stream 2 è un segnale per i critici
Tags:
CDU, Merkel, Germania, Costruzione Nord Stream 2, gasdotto Nord Stream 2, nord stream 2 AG, Nord Stream 2, Nord Stream, Nord Stream-2
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook