01:06 16 Giugno 2019
Manifestanti a sostegno di Maduro

Primo intervento di Maduro sulla tv di stato dopo tentativo di golpe opposizione

© Sputnik . Eva Marie Uzcategui
Politica
URL abbreviato
La crisi politica in Venezuela (403)
13393

Il presidente venezuelano Nicolas Maduro è apparso per la prima volta in tv dopo il tentativo dell'opposizione guidata da Guaidò di spodestarlo con un colpo di stato nella giornata di ieri.

Il capo di Stato ha riferito che 5 soldati sono rimasti feriti negli scontri, 2 dei quali si trovano in gravi condizioni.

Maduro ha inoltre dichiarato di aver disposto di indagare il tentativo di colpo di stato e diversi sospetti sono già stati interrogati. Ha aggiunto che tutte le persone che hanno complottato per cambiare il potere con la violenza saranno scovate e verranno processate.

Il presidente venezuelano ha criticato il segretario di stato americano Mike Pompeo, che aveva dichiarato in precedenza che lo stesso Maduro avrebbe tentato di fuggire dal Paese.

"Negli Stati Uniti non c'è mai stato un governo così pazzo come questo... Bolton (consigliere della Casa Bianca sulla sicurezza nazionale – ndr ), Pence (vicepresidente – ndr) e Pompeo: quanto odio covano... Che livello possono raggiungere l'insensibilità, la follia, le menzogne, le manipolazioni? Mike Pompeo ha affermato che io, Maduro, avevo un aereo pronto per fuggire e che i russi mi avevano proibito di lasciare il Paese: signor Pompeo, per favore, non è serio!", ha detto Maduro battendo il tavolo con i pugni.

"Sono un vostro cittadino, sono tra quelli che formano questo Paese. Per tutti questi 6 anni sono stato devoto a Chavez con la mia vita e la mia pelle", ha aggiunto, rivolgendosi ai cittadini del Venezuela.

Il presidente ha ringraziato i venezuelani che, dopo il tentato colpo di Stato, si sono radunati presso il palazzo Miraflores a Caracas per sostenerlo e proteggerlo.

"Il popolo venezuelano ha ascoltato il mio appello, quando ho detto che se un giorno si presenteranno circostanze difficili e se un gruppo di persone vorrà perpetrare un colpo di stato o farmi qualcosa, occorre avere i nervi saldi e scendere in strada, popolo del Venezuela. L'hanno fatto, oggi migliaia di persone sono giunte al palazzo Miraflores", ha detto Maduro.

PER SAPERNE DI PIU': Fermato il golpe di Guaidó in Venezuela: ecco i dettagli (VIDEO)

Ieri il leader dell'opposizione venezuelana Juan Guaidò aveva annunciato l'inizio della fase finale dell'operazione Freedom, diretta a rovesciare il legittimo presidente del Paese Nicolas Maduro, mediante una rivolta dell'esercito. Il leader dell'opposizione è stato sostenuto dalle autorità statunitensi.

Sullo sfondo della dichiarazione di Guaidò, i suoi sostenitori hanno organizzato una rivolta a Caracas nel distretto Chacao. Per disperderli le forze dell'ordine hanno usato i gas lacrimogeni. A seguito degli scontri, secondo gli ultimi dati, 69 persone sono rimaste ferite.

Tema:
La crisi politica in Venezuela (403)
Tags:
Golpe, Juan Guaidó, USA, Mike Pompeo, Nicolas Maduro, Situazione in Venezuela, Venezuela
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik