22:59 16 Giugno 2019
Le rovine della città libica Sirte

Lavrov: la crisi in Libia è un risultato dell’ingerenza USA

© AP Photo / Manu Brabo
Politica
URL abbreviato
1160

La crisi in Libia è stata il risultato dell'intervento militare illegittimo della NATO. Di conseguenza, il paese è precipitato nel caos ed è diventato un terreno fertile per il terrorismo, ha dichiarato il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov.

"La protratta crisi in Libia è una diretta conseguenza dell'intervento militare illegittimo della NATO: il paese è precipitato nel caos, è diventato fonte di instabilità regionale e un focolaio di terrorismo", ha detto Lavrov in un'intervista al quotidiano egiziano Al-Ahram alla vigilia della sua visita al Cairo. Il testo integrale dell'intervista è pubblicato sul sito ufficiale del ministero degli Esteri russo.

Il capo del ministero degli Esteri russo ha ricordato che Mosca e il Cairo stanno coordinando da vicino le azioni nella direzione libica. Il compito principale di entrambi i paesi è aiutare i libici a superare le loro divergenze. La Russia e l'Egitto, secondo Lavrov, hanno una visione comune dei metodi per ripristinare lo stato libico, che dovrebbe essere basato su un dialogo nazionale inclusivo con la partecipazione di rappresentanti delle principali forze militari-politiche e della società civile.

Ricordiamo che giovedì, comandante dell'Esercito nazionale libico (LNA), il feldmaresciallo Khalifa Haftar ha ordinato alle sue truppe di lanciare un'offensiva su Tripoli per "liberare dai terroristi" la capitale libica. Il portavoce della LNA Ahmed Al-Mismari ha detto venerdì sera che le forze dell'esercito nazionale libico hanno preso il controllo dell'aeroporto internazionale di Tripoli, situato a 25 chilometri dal centro della capitale libica.

Dopo il rovesciamento e l'omicidio nel 2011 del leader libico Muammar Gheddafi, il paese è stato travolto da una grave crisi politica che ha effettivamente diviso il paese in due territori. Il parlamento liberale, governato dal popolo, controlla la Libia orientale, e il governo dell'Accordo nazionale formato dall'ONU e dall'Unione europea, guidato da Fayez Sarraj, governa la parte occidentale.

L'ONU propone di tenere elezioni generali nel paese questa primavera e di formare autorità legittime e universalmente riconosciute sulla base dei loro risultati.

Correlati:

Libia, forze governative riconquistano aeroporto di Tripoli
Libia, Berlusconi: intervento Ue necessario
Consiglio di sicurezza Nazioni Unite esorta Haftar a evitare scontri militari in Libia
Tags:
Ministro degli Esteri, ministro degli Esteri, Sergej Lavrov, NATO, NATO, crisi in Libia, Libia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik