13:52 22 Novembre 2019
Brexit

Fondatore UKIP: spero che la Brexit avvenga senza alcun accordo

© Foto : Pixabay
Politica
URL abbreviato
0 21
Seguici su

Il parlamento britannico ha bocciato per tre volte consecutive l'accordo con l'UE sulla Brexit proposto dalla premier Theresa May. Sputnik ne ha parlato con il fondatore del Partito per l'Indipendenza del Regno Unito (UKIP), Alan Sked.

C'è ancora la possibilità che l'accordo proposto dal primo ministro Theresa May venga approvato dal parlamento?

“Penso che le piacerebbe sottoporlo ad un'altra votazione, ma dipende da ciò che accadrà al gabinetto dei ministri oggi. Sembra essere pienamente convinta del suo terribile accordo, ma non credo che abbia abbastanza sostegno alla Camera dei comuni. Non c'è il minimo segno che una simile proposta incontri il sostegno dei parlamentari.”

L'uscita dall'UE sotto le regole del WTO sarà la migliore soluzione per il Regno Unito?

“Spero che il Regno Unito lascerà l'UE senza un accordo con Bruxelles. Sarebbe una buona cosa se l'Unione Europea dicesse semplicemente: 'scusate, abbiamo perso la pazienza e non siamo d'accordo sul posticipo della scadenza'. È possibile, e i francesi sembrano un po' infastiditi, ma non credo che l'accordo del primo ministro sarà approvato dal parlamento. E se non sarà approvato, non sono sicuro che abbia un piano B che possa giustificare una lunga proroga.”

L'opinione pubblica britannica perderà fiducia nei due principali partiti politici dopo il fiasco della Brexit?

“Credo che ciò sia contrario alla costituzione (il processo del voto indicativo). Abbiamo il nostro parlamento truffaldino e uno speaker imbroglione, che ha calpestato le procedure tradizionali della Camera dei comuni per rimanere nell'UE, e spera di poter fermare la Brexit. Questo è esattamente ciò di cui potremmo fare a meno. Penso che vedremo una risposta lenta, e sono convinto che i due partiti principali ne soffriranno. Ho creato un nuovo partito chiamato Prosperity of Great Britain, che spero svolgerà il suo ruolo nel futuro. Spero anche che la gente non voti più per i partiti principali. Alcuni dicono che non voteranno mai più perché convinti che i principali partiti stanno minando le fondamenta democratiche della società britannica.”

Correlati:

Parlamento britannico può obbligare Theresa May a chiedere all'UE proroga Brexit
Per Theresa May necessario più tempo per la Brexit
Juncker: nessun ulteriore ritardo Brexit senza approvazione dell'uscita entro il 12 aprile
Tags:
Accordo, Brexit, UE, Regno Unito
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik