20:33 21 Maggio 2019
Brexit

Deputati britannici rifiutano di nuovo tutte alternative per accordo Brexit

© AFP 2019 / Carl Court
Politica
URL abbreviato
202

I parlamentari non sono riusciti a raggiungere un accordo , in particolare sulle proposte su come creare una nuova unione doganale con l’UE e sul ritiro dell'articolo 50 del trattato di Lisbona.

I deputati della Camera dei Comuni del Parlamento della Gran Bretagna hanno di nuovo respinto tutte le alternative al progetto di accordo con l'Unione Europea sulle condizioni della Brexit. Ciò è stato reso noto dopo l'annuncio dei risultati del voto sulle quattro proposte, che sono state selezionate da John Berkow, Presidente della Camera dei Comuni.

La proposta del deputato del partito conservatore al potere Kenneth Clark è stata sostenuta da 273 deputati, e rifiutata da 276 deputati. Questa iniziativa chiedeva al Consiglio dei ministri di includere in ogni futuro accordo con l'Unione Europea una clausola su "un'unione doganale permanente e completa con l'UE che copra l'intera Gran Bretagna". Il progetto di accordo sulla Brexit, che il Parlamento britannico ha già respinto per tre volte, afferma che, insieme al ritiro dall’UE, la Gran Bretagna lascerà anche il mercato unico e l'Unione doganale europea.

Anche la proposta del conservatore Nick Bowles ("Single Market 2.0" o "Norwegian Model +") non ha trovato il sostegno della maggior parte dei parlamentari. Lo stesso vale per l'emendamento dei deputati laburisti Phil Wilson e Peter Kyle, che prevedono un referendum che dovrebbe sostenere il testo di qualsiasi accordo raggiunto con Bruxelles.

L'offerta meno votata è stata quella di Joanna Cherry, un deputato del Partito nazionale scozzese. Questa proposta proponeva di posticipare la data di uscita dalla Gran Bretagna dall'UE o di mantenere una votazione su due opzioni: ritirare l'articolo 50 del Trattato di Lisbona, cioè, in pratica, annullare l'intero processo Brexit, o ritirarsi dall'UE senza un accordo.

I risultati delle votazioni indicano che c'è una grave spaccatura nel partito conservatore al governo. Bowles dopo l'annuncio dei risultati ha annunciato il suo ritiro dal partito.

"Ammetto che ho fallito, principalmente a causa del fatto che il mio partito non è riuscito a trovare un compromesso. Mi dispiace, questa è la ragione per cui sono fuori dal partito", ha detto Bowles, poi ha lasciato la sala riunioni della Camera dei Comuni.

La proposta del deputato consisteva nell’idea che il Regno Unito conservasse i propri doveri e diritti dei membri dello Spazio economico europeo attraverso l'adesione all'Associazione europea di libero scambio (AELS). La proposta è stata sostenuta da 261 deputati, e rifiutata da 282, di cui 228 conservatori.

Bowles è il quarto conservatore che ha lasciato le file dei Tories a causa del disaccordo con i negoziati sul Brexit febbraio.

Commentando l'esito della votazione, il Ministro degli Affari Brexit Stephen Barclay ha detto che la Camera dei Comuni si rifiuta di accettare il ritiro da parte dell'Unione europea senza un accordo, ma allo stesso tempo rifiuta la cancellazione della Brexit. Ha chiarito che un accordo sui termini della Brexit potrebbe essere votato dal Parlamento per la quarta volta.

"Di conseguenza, l'unico modo è quello di trovare un modo in cui il Regno Unito sarà in grado di uscire con un accordo. Il governo continua a credere che è meglio farlo il più presto possibile, se la Camera accetterà l'accordo questa settimana, è ancora possibile per evitare le elezioni al Parlamento europeo... il gabinetto si riunirà questa mattina per discutere i risultati del voto di oggi e su come dobbiamo agire" ha detto.

I risultati della procedura parlamentare hanno confermato ancora una volta che il processo di ritiro della Gran Bretagna dalla comunità europea è decisamente in un vicolo cieco. A oggi, il governo ha fallito tre volte nel tentativo di approvare un accordo. Il parlamento, a sua volta, ha tentato due volte di prendere il processo nelle sue mani, fallendo entrambe.

Correlati:

Inghilterra: petizione per annullamento Brexit ha quasi ottenuto 4 milioni di firme
BREXIT: Parola agli italiani a Londra
Brexit, a Londra si manifesta per chiedere un nuovo referendum
Tags:
camera dei comuni, Gran Bretagna, Regno Unito, Brexit, UE, UE
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik