Widgets Magazine
16:56 22 Settembre 2019
Donald Trump e Benjamin Netanyahu (foto d'archivio)

Netanyahu vola negli USA per ringraziare Trump

© REUTERS / Ariel Schalit/Pool
Politica
URL abbreviato
613
Seguici su

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu è partito per Washington, dove ringrazierà il presidente americano Donald Trump per aver espresso pubblicamente la volontà di riconoscere le Alture del Golan occupate da Israele come parte dello Stato ebraico.

Ancora una volta in controtendenza con le risoluzioni delle Nazioni Unite e il consenso della comunità internazionale, l'inquilino della Casa Bianca aveva twittato che era giunto il momento per gli Stati Uniti di fare un passo in avanti nell'interesse della sicurezza di Israele e della regione nel suo complesso riconoscendo la sovranità israeliana sulle Alture del Golan. I media americani ipotizzano che il documento in questione potrebbe essere firmato durante la visita di Netanyahu, che ha in programma 2 incontri con Trump tra lunedì e martedì.

"Parlerò con Trump delle Alture del Golan, della sua storica dichiarazione, della Siria, della continua pressione sull'Iran, delle sanzioni che hanno ripristinato e si apprestano ad introdurre, della cooperazione bilaterale senza precedenti nel campo della sicurezza e dell'intelligence", ha dichiarato Netanyahu prima della partenza.

Correlati:

Ministero Esteri Iraq: riconoscimento USA alture Golan contraddice diritto internazionale
Bolton spiega la decisione USA sulle Alture del Golan
Pompeo: gli USA non applicano doppi standard alle alture del Golan e alla Crimea
Tags:
Geopolitica, Diplomazia Internazionale, Politica Internazionale, Siria, USA, Medio Oriente, Israele, Benjamin Netanyahu, Donald Trump
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik