Widgets Magazine
22:45 15 Luglio 2019
F-117

Rappresentante russo presso UE ricorda anniversario bombardamenti NATO contro Jugoslavia

© AP Photo / U.S. Air Force, Msgt. Keith Reed
Politica
URL abbreviato
9171

Il 20° anniversario dell'inizio dei bombardamenti della Jugoslavia da parte della NATO è un'ottima occasione per ricordare ai Paesi dell'alleanza atlantica che questa operazione è stata una grave violazione del diritto internazionale, ha dichiarato a Sputnik il ​​rappresentante permanente della Russia presso la UE Vladimir Chizhov.

I raid della NATO sono proseguiti dal 24 marzo al 10 giugno 1999. Il numero esatto delle vittime non è noto. Secondo le stime delle autorità serbe, circa 2.500 persone, tra cui 89 bambini, sono morti durante i bombardamenti. I feriti sono stati circa 12.500. I danni materiali, secondo varie fonti, sono stati stimati tra i 30 e 100 miliardi di dollari.

"La storia è senza se: ma gli eventi di cui parlate, i bombardamenti della NATO nel centro dell'Europa, sono stati una grave violazione del diritto internazionale, nessuno ha dubbi, nemmeno quelli che hanno preso queste decisioni", ha affermato il diplomatico russo.

"Per questo a loro non piace ricordare tutto questo, ma penso che ci siano valide ragioni per farlo ricordare anche a loro in occasione del 20° anniversario", ha aggiunto Chizhov, che nel 2000-2002 ha ricoperto il ruolo di inviato speciale della Federazione Russa per i Balcani.

Correlati:

NATO contro Jugoslavia: Intervista al serbo che ha abbattuto un F-117
NATO contro Jugoslavia: la storia del conflitto
Tags:
Balcani, Diplomazia Internazionale, Politica Internazionale, Russia, Vladimir Chizhov, Kosovo, guerra in kosovo, NATO, Serbia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik