Widgets Magazine
11:00 18 Agosto 2019
Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan

Convocato ambasciatore della Turchia dal premier australiano dopo dichiarazioni di Erdogan

© AFP 2019 / ADEM ALTAN
Politica
URL abbreviato
0 62

In precedenza il capo di Stato turco aveva senza peli sulla lingua duramente attaccato gli australiani che biasimano l'Islam.

Il primo ministro australiano Scott Morrison ha convocato l'ambasciatore turco dopo le parole senza freni pronunciate ieri dal presidente della Turchia Tayyip Erdogan contro gli "australiani con opinioni anti-islamiche". Lo ha riferito oggi il canale televisivo SBS.

Secondo il canale, commentando il recente attacco terroristico in Nuova Zelanda durante una manifestazione nella città turca di Eregli, Erdogan si è espresso con parole molto sprezzanti sugli australiani che condannano l'Islam.

Ha notato che è meglio per queste persone non recarsi in Turchia. Altrimenti dovranno imbattersi in conseguenze molto spiacevoli.

Il presidente turco ha ricordato il destino delle forze armate australiane e neozelandesi, sconfitte nella battaglia di Gallipoli durante la Prima Guerra Mondiale.

"Queste dichiarazioni sono profondamente offensive. Trovo che i commenti del presidente Erdogan siano molto in contraddizione a quello che aveva detto Kemal Atatürk a proposito dei combattenti australiani caduti nella Prima Guerra Mondiale. Ritengo che affermazioni simili violino il diritto", ha detto il primo ministro australiano.

Ha aggiunto che, nonostante la dura presa di posizione della Turchia, Canberra non rinuncerà ai suoi principi di tolleranza e sviluppo di una società multiculturale e continuerà a lottare per la sicurezza nella regione.

Tags:
Islam, Nuova Zelanda, Politica Internazionale, Scott Morrison, Recep Erdogan, Turchia, Australia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik