Widgets Magazine
06:47 18 Agosto 2019
Il ponte di Crimea

Crimea commenta legge USA per vietare riconoscimento sovranità russa

© Sputnik . Aleksei Malgavko
Politica
URL abbreviato
9422

La Crimea, in qualità di regione della Federazione Russa non richiede alcun riconoscimento da parte di Paesi stranieri, compresi gli Stati Uniti, ha dichiarato il vicepremier del governo della penisola e inviato permanente presso la presidenza russa Georgy Muradov.

In precedenza la commissione Esteri della Camera dei Rappresentanti aveva approvato all'unanimità il disegno di legge che vieta alla Casa Bianca di riconoscere la riunificazione della Crimea con la Russia. Secondo il testo del disegno di legge, Washington non riconosce "de jure o de facto" la sovranità russa sulla Crimea, così come sullo spazio aereo o sulle acque territoriali della penisola. Allo stesso tempo, il testo contiene un'eccezione per il presidente: può violare questa disposizione se va incontro agli "interessi della sicurezza nazionale". Se il disegno di legge sarà approvato da entrambi i rami del Congresso, la legge finirà sul tavolo del presidente per la firma.

"La Crimea non richiede alcun riconoscimento: la Crimea è parte integrante della Russia e non è indipendente. Ma se le autorità di alcuni Paesi vogliono comunicare o meno con uno dei soggetti della Federazione Russa è una loro questione personale", ha detto Muradov a Sputnik.

Secondo lui, la cosa principale è che la Crimea è diventata una regione popolare tra i politici stranieri, in primo luogo deputati, turisti, attivisti della società civile, "diplomatici popolari", uomini d'affari, celebrità e giornalisti.

Correlati:

USA, varato disegno di legge per vietare il riconoscimento della Crimea russa
Cremlino attende che Google indichi corretta identità geografica della Crimea
Politico tedesco paragona la Crimea con Berlino dopo riunificazione
Tags:
Politica Internazionale, Congresso USA, Georgy Muradov, USA, Russia, Crimea
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik