Widgets Magazine
09:32 12 Novembre 2019
Mevlut Cavusoglu

Turchia pronta a contribuire alla soluzione del conflitto India-Pakistan

© AP Photo / Burhan Ozbilici
Politica
URL abbreviato
L'escalation nei rapporti tra India e Pakistan (41)
0 13
Seguici su

La Turchia è preoccupata per l'escalation della tensione tra India e Pakistan ed è pronta a contribuire alla soluzione del conflitto, ha detto il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu mercoledì.

"Siamo molto preoccupati per l'aggravarsi delle relazioni tra India e Pakistan e facciamo appello a entrambe le parti affinché restino ragionevoli. È necessario evitare l'escalation di escalation. Il Kashmir è un problema di lunga data e deve essere risolto il prima possibile nel quadro delle norme internazionali. Siamo pronti a contribuire alla risoluzione della situazione, perché tale tensione si riflette non solo in due paesi, ma anche nell'intera regione", ha detto Cavusoglu ai giornalisti ad Ankara.

Due rappresentanti del partito di giustizia e sviluppo turco (AKP), in un'intervista con Sputnik, hanno commentato la possibilità della mediazione turca nella risoluzione del conflitto Pakistan-India.

Il presidente del Gruppo di amicizia interparlamentare turco-pakistano, fondatore del Centro per gli studi strategici dell'Asia meridionale (GASAM), Ali Sahin, ha ricordato che non la prima volta che si presenta la tensione riguardo il Kashmir nelle relazioni indo-pakistane: "dal 1948, l'India e il Pakistan sono entrati tre volte in un breve conflitto armato a causa di questa regione. Solo la mediazione dell'ONU e di forze esterne hanno impedito che questo conflitto si trasformasse in una guerra convenzionale su larga scala. Il problema qui è rappresentato dai tentativi delle organizzazioni terroristiche che operano nella regione di minare la stabilità nella regione. L'attuale crisi è peggiorata a causa della morte di 40 soldati indiani a seguito di un attacco alle forze di sicurezza indiane nel Kashmir. L'India accusa il Pakistan di azioni ostili verso l'India e del sostegno alle organizzazioni terroristiche nel Kashmir.

In sostanza, India e Pakistan devono incontrarsi e discutere possibili sforzi congiunti per prevenire l'attività terroristica nella regione. Cercare di lavorare insieme, in sostanza, è il passo più sicuro per superare tali conflitti, che rischiano di trasformarsi in uno scontro armato su larga scala.

La parte indiana accusa il Pakistan di assistere i gruppi terroristici locali, mentre dall'altra parte, il Pakistan stesso è un paese gravemente colpito dal terrorismo, sottoposto al maggior numero di attacchi terroristici nella regione e nel mondo. In questo contesto, l'istituzione della cooperazione regionale tra i due paesi nella lotta contro le organizzazioni terroristiche è vitale per la prevenzione di tali crisi", ha osservato.

Sahin ha detto che non ci può essere un vincitore in una guerra tra questi due paesi. "Non ci può essere vincitore nella guerra tra India e Pakistan, dal momento che nessuna delle due parti sopravivverebbe a un tale scontro", ha detto Shahin.

Ricordando che entrambi i paesi hanno un potenziale nucleare, Shahin ha sottolineato che non vede alcun motivo di preoccupazione per l'uso delle armi nucleari. "Il fatto è che durante i precedenti scontri la presenza del potenziale atomico in entrambi i paesi ha effettivamente impedito la transizione del conflitto allo stadio di guerra convenzionale. Considerando ciò, mi aspetto che la situazione continui a svilupparsi nella direzione di misure più caute ed equilibrate volte a ridurre il grado di tensione tra le parti. L'India ha già fatto il primo passo su questa strada, avendo ripristinato il funzionamento a tempo pieno dei suoi aeroporti nella regione di confine", ha detto Sahin.

Il politico turco ha sottolineato che l'instabilità dell'intera regione dell'Asia meridionale soffre dell'instabilità derivante da tali conflitti e ha rilevato che in questo processo la Turchia è un paese che può assumere il ruolo di mediatore tra le parti: "Nel caso in cui entrambe le parti cercheranno di ridurre le tensioni e risolvere i problemi esistenti, la Turchia sarà felice di contribuire alla formazione delle condizioni adeguate per questo ", ha concluso Shahin.

A sua volta, Burkhan Kayatyurk, vicepresidente dell'AKP per le relazioni internazionali, che ha vissuto per qualche tempo in Pakistan e in India, è sicuro che finché non si risolverà la questione sul Kashmir, sorgeranno sempre problemi nelle relazioni tra i due paesi. Nel frattempo, secondo Kayatyurk, ci sono altri fattori di tensione tra i due paesi oltre al problema del Kashmir. "A dirla tutta, qui la questione dell'ego è molto acuta. Quando il Pakistan è sotto attacco, l'atmosfera nelle strade dell'India sono quasi in festa, può sembrare che un piccolo paese abbia ottenuto una grande vittoria nella guerra. La stessa situazione si osserva in Pakistan quando si tratta di un attacco mirato in India. Dopo la dichiarazione del comando dell'Aeronautica pakistana sui due velivoli indiani abbattuti, è stata osservata un'ondata di entusiasmo in Pakistan.

Un'altra cosa che mi preoccupa è che tra 45 giorni dovrebbero esserci le elezioni in India. Per due mandati di seguito al potere nel paese c'è stato il partito dei nazionalisti indù "Bharatiya Janata parti" (BJP), che conduce una politica interna di discreto successo. Tuttavia, da quando è arrivata al potere, e fino a oggi, la sua struttura estremamente nazionalista non ha subito cambiamenti. Fa ampio uso della retorica nazionalista. Con questo in mente, considero critica la situazione del conflitto per il Kashmir alla vigilia delle elezioni, perché aumenta la probabilità di attacchi al Pakistan da parte dell'India", ha detto.

Secondo Kayatyurk, entrambi i paesi dovrebbero prendere provvedimenti l'uno verso l'altro per ridurre le tensioni. "Il Pakistan è pronto a fare questo, mentre non sono sicuro per l'India, non credo che il paese farà questo passo prima delle elezioni. Nel frattempo, non c'è altra via d'uscita, dal momento che entrambi i paesi hanno una seria forza militare, inoltre, sono potenze nucleari. E questa situazione fa sorgere il pericolo di un conflitto armato in qualsiasi momento ", ha spiegato Kayatyurk.

Tema:
L'escalation nei rapporti tra India e Pakistan (41)

Correlati:

Venti di guerra tra India e Pakistan
Ministro Esteri Russia propone a India e Pakistan di riconciliarsi in Russia
India lieta della decisione del Pakistan di liberare pilota indiano catturato
Tags:
conflitto, conflitti, Conflitto, conflitto armato, conflitto, il ministero degli Esteri, Mevlüt Çavuşoğlu, Inviato dell'ONU, Pakistan, Turchia, India
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik