10:01 20 Giugno 2019
Bandiera iraniana

Dopo il vertice con la Lega Araba l'UE assumerà posizione anti-iraniana?

© AP Photo / Ronald Zak
Politica
URL abbreviato
253

Le azioni di Iran e Turchia aggravano le crisi regionali. Lo ha affermato il segretario generale della Lega Araba Ahmed Aboul Gheit.

Inoltre ha affermato che i Paesi europei sono ben consapevoli della necessità di frenare l'ingerenza iraniana negli affari interni dei Paesi arabi. In un'intervista con Sputnik, il politologo iraniano esperto di Medio Oriente ed ex diplomatico dell'Ambasciata iraniana a Beirut Seyed Hadi Afghahi ha parlato di chi in realtà le crisi nella regione e discusso come i Paesi europei possano frenare l'ingerenza iraniana negli affari degli Stati arabi.

"Durante la campagna elettorale Trump aveva accusato la Clinton e Obama di aver creato l'ISIS in Siria. In un'intervista con la BBC il premier e ministro degli Esteri del Qatar Hamid Bin Jasim aveva dichiarato che gli Stati Uniti avevano dato mandato al Qatar e all'Arabia Saudita di partecipare al rovesciamento del regime di Assad con il loro sostegno. Tuttavia l'uccello è volato fuori dalla gabbia del cacciatore quando si parla di Assad", spiega l'esperto.

Afghahi ha aggiunto che l'Arabia Saudita è accusata di crimini di guerra, ad esempio in uno dei bombardamenti in Yemen 300 persone sono rimaste uccise e ferite.

"L'Arabia Saudita ci minaccia e dichiara che porterà la guerra in Iran prima che l'Iran porti la guerra nel territorio saudita. Queste sono le parole dello stesso Bin Salman. Sono loro alimentano i conflitti nella regione. Israele ci minaccia regolarmente, dicendo che bombarderà l'Iran. Tuttavia senza motivo Ahmed Aboul Gheit accusa l'Iran di interferire negli affari regionali", prosegue l'analista.

Secondo Afghahi, accusando l'Iran di ingerenza, il segretario della Lega Araba pretende dai Paesi della UE di fare pressione sull'Iran. "Di quale tipo di ingerenza dell'Iran stiamo parlando? Chi avremmo minacciato? Perché la Lega Araba tace sui crimini dell'Arabia Saudita in Yemen?".

L'esperto è convinto che le dichiarazioni di Ahmed Aboul Gheit non riusciranno a persuadere l'Europa, che in più di un'occasione ha sottolineato la volontà di rispettare l'accordo sul programma nucleare iraniano e l'implementazione dello stesso da parte di Teheran.

"In effetti, solo le truppe americane, i loro mercenari e dollari sono i fomentatori delle crisi nella regione".

Tags:
Geopolitica, Politica Internazionale, Difesa, Diplomazia Internazionale, Occidente, Sicurezza, crisi in Siria, Lega Araba, Ahmed Aboul Gheit, Medio Oriente, Arabia Saudita, Yemen, Iran, Siria, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik