16:14 24 Marzo 2019
Leader della Lega Matteo Salvini (foto d'archivio)

Mosca: inchiesta de L'Espresso sui finanziamenti alla Lega si basa su teoremi

© AP Photo / Luca Bruno
Politica
URL abbreviato
5302

L'inchiesta del settimanale italiano L'Espresso sui finanziamenti russi di cui avrebbe beneficiato la Lega si basa su speculazioni infondate.

Il vicepremier russo Dmitry Kozak non ha mai conosciuto personalmente il vicepremier e ministro degli Interni italiano Matteo Salvini e in qualità dell'incarico ricoperto è concentrato solo sull'agenda della cooperazione bilaterale della Federazione Russa e dell'Italia in campo energetico e industriale. Lo ha dichiarato ai giornalisti il portavoce del vicepremier russo Kozak Ilya Dzhus.

"La cosiddetta inchiesta del settimanale italiano L'Espresso si basa su teoremi senza fondamento che non rendono onore alla rivista. Kozak non ha mai conosciuto personalmente il signor Salvini, non ha preso parte ad alcun incontro ufficiale o "segreto", non ha mai bevuto il caffè insieme a lui. La Russia e l'Italia hanno un'ampia agenda di cooperazione economica bilaterale, anche nel settore energetico e industriale: Kozak, in qualità di vicepremier, si focalizza solo su questo programma", ha affermato Dzhus.

Correlati:

Rosneft ha chiesto un'altra smentita di un articolo che riguarda la Lega
Gianluca Savoini smentisce trattative con Rosneft per finanziare la Lega
"Rosneft" chiede smentire articolo su finanziamenti Lega da parte russa
Tags:
Giornalismo, Finanze, Lega, Espresso, Dmitry Kozak, Matteo Salvini, Italia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik