04:17 30 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
2019
Seguici su

Oggi Adrian Candu, presidente del parlamento moldavo e vicepresidente del Partito democratico, ha dichiarato che la Russia ha cercato di interferire nelle elezioni in Moldova.

"La Russia ha usato molti strumenti per influenzare la campagna elettorale in Moldavia: un'amnistia per i migranti, la cancellazione dei dazi doganali e il salvataggio dei piloti in Afghanistan", ha detto Candu.

Le elezioni in Moldavia si tengono oggi. Candu ha osservato che finora non ci sono informazioni di presunte violazioni e che l'affluenza alle urne è alta, quindi c'è speranza che "le elezioni si tengano come dovrebbero". Egli ha invitato i moldavi a partecipare alle elezioni per scegliere un futuro migliore per il paese, sottolineando che il Partito democratico "spera di ottenere il maggior numero possibile di mandati per formare al più presto una maggioranza parlamentare e governare".

In seguito agli accordi tra i presidenti Vladimir Putin e Igor Dodon, il 3 dicembre 2018 il ministero dell'interno russo ha annunciato un'amnistia per gli immigrati moldavi che hanno violato i termini della loro permanenza in Russia, valida dal primo gennaio al 24 febbraio 2019.

Nel 2015, in seguito ad un incidente aereo, alcuni piloti moldavi sono stati sequestrati dai talebani in Afghanistan. Essi sono stati liberati a febbraio. Il presidente Dodon ha affermato che la Russia ha mediato la loro liberazione, aggiungendo che ora si trovano in Russia e che potrebbero rientrare in qualsiasi momento sarà ritenuto opportuno.

Le elezioni politiche in Moldavia di oggi si tengono per la prima volta con un sistema misto: 50 persone secondo liste di partito; 51 in collegi elettorali composti da un solo membro. Sono presenti 14 partiti e un blocco. I principali partiti in lotta sono il Partito socialista (favorevole al rafforzamento delle relazioni con la Russia), il Partito democratico e il blocco delle destre (che sostiene l'integrazione europea).

Come affermato in precedenza dalla portavoce del ministero degli esteri russo, Maria Zakharova, la Russia non interferisce in alcun modo nelle elezioni in Moldavia, ma spera che si tengano in stretta conformità con le norme democratiche. Mosca, ha sottolineato, ha ripetutamente respinto le accuse di tentata interferenza nelle elezioni di diversi paesi, definendole "infondate" e notando che non esistono prove a supportarle.    

Correlati:

Moldavia spiega perché ha negato l'ingresso nel paese a 5 giornalisti russi
Presidente Moldavia si schiera a sostegno della missione di pace russa in Transnistria
Moldavia, Dodon critica l’apertura dell’ufficio per le relazioni con la NATO
Tags:
interferenza, elezioni, Moldavia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook