08:50 27 Giugno 2019
Bandiere della Catalogna

Premier spagnolo glissa su amnistia ai leader indipendentisti catalani sotto processo

© Sputnik . Havier Luengo
Politica
URL abbreviato
314

Il processo contro i leader indipendentisti catalani è iniziato il 12 febbraio scorso.

Il premier spagnolo Pedro Sanchez ha rifiutato di rispondere alla domanda sulla sua disponibilità a concedere l'amnistia ai leader del movimento separatista catalano nel caso vengano condannati. La corrispondente domanda al primo ministro è stata formulata dal leader del partito centrista Ciudadanos Albert Rivera, durante una sessione della camera bassa del Parlamento.

"Potete assicurare che non concederete l'amnistia ai golpisti?", ha chiesto il leader politico. Rivera ha inoltre chiesto se il premier sia disposto a negoziare con i rappresentanti dei partiti catalani a sostegno della secessione della regione dalla Spagna dopo le prossime elezioni generali previste il 28 aprile.

Il premier ha ignorato queste domande. "Ha chiesto le elezioni per diversi mesi, e non vedo ora che è molto entusiasta", la risposta di Sanchez.

Il processo contro i leader separatisti catalani è iniziato il 12 febbraio. Dodici imputati compariranno davanti ai giudici, tra cui l'ex vice governatore della Catalogna Oriol Junqueras, nonché ex assessori e consiglieri regionali.

La Procura li accusa di incitamento alla rivolta e appropriazione indebita di denaro pubblico e chiede condanne fino a 25 anni di reclusione.

Correlati:

La Catalogna propone a Madrid pacchetto di iniziative per risolvere crisi
Capo della Catalogna: “l’80% dei catalani vuole l’indipendenza”
Tags:
politica interna, Indipendenza, Giustizia, amnistia, governo, Oriol Junqueras, Albert Rivera, Pedro Sanchez, Catalogna, Spagna
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik