Widgets Magazine
11:36 19 Agosto 2019
Sergey Lavrov

Lavrov: USA devono condividere informazioni su 800 terroristi ISIS catturati in Siria

© Sputnik . Vladimir Astapkovich
Politica
URL abbreviato
4180

Il ministro degli Esteri russo ha rilevato la necessità di conformarsi alla risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite che elenca i passi da realizzare in questi casi.

Gli Stati Uniti devono divulgare i dati sugli 800 terroristi catturati in Siria che secondo il presidente degli Stati Uniti Donald Trump hanno la cittadinanza europea. Lo ha dichiarato oggi in una conferenza stampa il capo della diplomazia russa Sergey Lavrov.

"Si tratta di persone sospettate di terrorismo, sono foreign fighters. Proprio questo termine è sancito dalla risoluzione del Consiglio di Sicurezza dell'ONU, che contiene un elenco molto chiaro di misure da adottare contro questi terroristi stranieri quando finiscono nelle mani dei Paesi che combattono contro i terroristi".

"Questi criteri devono essere soddisfatti. Il primo passo inalienabile è la trasparenza e la condivisione delle informazioni su queste persone", ha sottolineato il ministro degli Esteri russo.

Il 16 febbraio Trump aveva invitato i Paesi europei a prendersi ed assicurare alla giustizia più di 800 persone che avevano aderito all'ISIS per combattere in Siria ed in seguito sono state catturate dalla coalizione internazionale guidata dagli Stati Uniti. L'inquilino della Casa Bianca ha avvertito gli alleati europei che in caso contrario i foreign fighters sarebbero stati liberati.

Correlati:

Curdi siriani non libereranno i foreign fighters dell'ISIS
Negli Stati Uniti hanno detto di continuare la lotta contro l'ISIS in Siria
Siria, Lega: Italia non muoverà dito per riavere foreign fighters
In Russia commentano l'appello di Trump all'UE riguardo i militanti ISIS
Tags:
Terrorismo, Diplomazia Internazionale, Politica Internazionale, ISIS, Sergej Lavrov, Europa, Siria, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik