13:51 27 Maggio 2019
Lager di Auschwitz

Premier polacco non si recherà in Israele dopo dichiarazioni di Netanyahu sui nazisti

© AP Photo / Matthias Schrader
Politica
URL abbreviato
462

Al posto del premier Mateusz Morawiecki la Polonia sarà rappresentata al vertice dei Paesi del Gruppo di Visegrad dal ministro degli Esteri Jacek Czaputowicz.

Il capo del governo polacco Mateusz Morawiecki ha cancellato dall'agenda il suo viaggio nello Stato ebraico per prender parte al vertice dei Paesi del Gruppo di Visegrad ed Israele che si terrà il prossimo 19 febbraio a Gerusalemme. Lo ha segnalato la tv polacca con riferimento al sottosegretario del governo Michal Dworczyk.

Secondo la tv, la cancellazione della visita è probabilmente legata ad un articolo apparso sul Jerusalem Post of Israel che riportava le parole del primo ministro Benjamin Netanyahu, secondo cui i polacchi avevano collaborato con i nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale.

Come osservato dal canale tv, al posto del premier Morawiecki Varsavia sarà rappresentata all'incontro dal ministro degli Esteri Jacek Czaputowicz.

Lo scorso 15 febbraio il ministero degli Esteri polacco aveva convocato l'ambasciatrice israeliana Anna Azari a seguito delle dichiarazioni di Netanyahu. In precedenza aveva inviato una lettera al governo polacco in cui aveva assicurato che non corrispondeva al vero l'articolo che riportava le parole di Netanyahu.

Il Gruppo Visegrad è un'associazione regionale di Paesi della UE formata da Ungheria, Polonia, Slovacchia e Repubblica Ceca.

Correlati:

Ambasciatrice israeliana convocata in Polonia dopo la pubblicazione del Jerusalem Post
Tags:
Diplomazia Internazionale, Politica Internazionale, Storia, Nazismo, Incidente, Gruppo Visegrad, Mateusz Morawiecki, Jacek Czaputowicz, Benjamin Netanyahu, Israele, Polonia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik