Widgets Magazine
07:08 17 Settembre 2019
Bandiera della Macedonia

Wall Street Journal celebra “nuovo successo occidentale in zona d'influenza russa”

CC BY-SA 2.0 / Zé Valdi / Patriotism
Politica
URL abbreviato
12220
Seguici su

La Grecia è stata il primo Paese a votare per la ratifica del protocollo sull'adesione della Macedonia alla NATO, scrive il Wall Street Journal. L'ingresso di questo Paese, che sarà presto ribattezzato in Macedonia settentrionale, per l'Alleanza Atlantica è un nuovo successo occidentale nei Balcani, considerati il giardino della Russia.

Il Parlamento greco ha sostenuto l'aspirazione della Macedonia a diventare il 30° membro della NATO, votando per la ratifica del protocollo sull'adesione di Skopje nell'Alleanza Atlantica, scrive il Wall Street Journal.

Atene ha fatto questo passo nell'ambito dell'accordo sostenuto dagli Stati Uniti che mira a stabilizzare i Balcani, si afferma nell'articolo.

Il voto della Grecia ha avviato il processo per il cambio di nome della Repubblica di Macedonia in Repubblica della Macedonia del Nord, che ha permesso a Skopje di risolvere la controversia durata quasi 30 anni con Atene. Il governo macedone notificherà alle Nazioni Unite nei prossimi giorni il nuovo nome che dovrebbe ora essere utilizzato per indicare il Paese balcanico.

Questa settimana 29 Paesi membri della NATO hanno invitato Skopje ad unirsi al blocco militare. Ora la Grecia, che in precedenza si opponeva all'ingresso della Macedonia nell'alleanza, è stato il primo Paese a ratificare il protocollo di adesione. Inoltre entro un anno gli altri Paesi dell'Alleanza Atlantica dovrebbero esprimersi in merito.

L'avvio dell'entrata della Macedonia nella NATO è l'ultimo successo degli alleati occidentali nei Balcani, in una regione che è stata a lungo considerata il "giardino della Russia", scrive il quotidiano. Nel 2017 si era unito alla NATO il Montenegro, prima ancora nel 2009 la Croazia e l'Albania.

La Grecia, che ha una regione che si chiama Macedonia, si è sempre opposta categoricamente al nome ufficiale scelto dall'ex Repubblica jugoslava dopo la dichiarazione di indipendenza nel 1991. Ad Atene temevano che Skopje avrebbe rivendicato il territorio della Grecia con lo stesso nome e il patrimonio storico di queste terre.

Sotto la pressione di Stati Uniti, Germania e autorità della UE, Grecia e Macedonia l'anno scorso hanno deciso di cambiare il nome in Macedonia settentrionale. Gli accordi raggiunti tra i due Paesi hanno inoltre aperto la possibilità a Skopje per aderire all'Unione Europea, sottolinea il Wall Street Journal.

Correlati:

Parlamento greco ratifica il protocollo sull'adesione della Macedonia alla Nato
NATO firma protocollo entrata della Macedonia del Nord
Macedonia membro della Nato il 6 febbraio
Tags:
Difesa, Sicurezza, Politica Internazionale, Geopolitica, Occidente, Wall Street Journal, NATO, Russia, Balcani, Grecia, Macedonia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik