Widgets Magazine
10:29 26 Agosto 2019
Vladimir Putin

Via libera di Putin alla creazione di un missile ipersonico a medio raggio

© Sputnik . Alexey Druzhinin
Politica
URL abbreviato
7493

Putin ha concordato le proposte del ministero della Difesa della Federazione Russa per avviare i lavori per la conversione del missile aereo ipersonico Kalibr a terrestre e la creazione di un razzo ipersonico a medio raggio.

"Sono d'accordo con le proposte del ministero della Difesa sui lavori di adattamento del missile Kalibr e la creazione di un razzo ipersonico a medio raggio", ha detto Putin in un incontro con il capo del dicastero militare Sergey Shoigu ed il ministro degli Esteri Sergey Lavrov.

In risposta alla richiesta del capo di Stato di valutare la situazione alla luce della decisione degli Stati Uniti e di riferire le misure proposte dal ministero della Difesa, Shoigu ha dichiarato: nonostante la vaghezza delle formulazioni, è ovvio per noi che oltre al lavoro di ricerca sulla produzione di missili a medio raggio e a corto raggio abbiamo assistito per diversi anni a vere violazioni delle disposizioni del trattato.

Secondo Shoigu, di fatto gli Stati Uniti hanno iniziato i lavori per fabbricare questi missili da molto tempo.

Il presidente Vladimir Putin alla conferenza stampa annuale.
© Sputnik . Evgeny Biyatov

"In merito abbiamo avanzato le contromisure, che seguono; avvio dei lavori di ricerca e sviluppo nei prossimi mesi per convertire i lanciatori del missile Kalibr nella variante terrestre", ha detto il ministro.

Il capo del dipartimento della difesa ha chiesto al presidente di sostenere le iniziative.

"Sono d'accordo", ha risposto Putin.

Correlati:

Deciso da 2 anni il ritiro degli USA dal Trattato INF – ministero Difesa Russia
La Russia si ritira dal Trattato INF
Ammiraglio americano elogia il missile russo Kalibr
Tags:
Geopolitica, Politica Internazionale, Difesa, Sicurezza, Trattato Inf, ministero della Difesa della Federazione Russa, Sergej Shoigu, Vladimir Putin, Sergej Lavrov, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik