16:13 20 Febbraio 2019
Mar Cinese Meridionale

USA e Cina possono coesistere pacificamente nel Mar Cinese Meridionale?

© Foto: 29cm
Politica
URL abbreviato
4212

L'ammiraglio John Richardson, comandante delle operazioni navali della Marina Militare americana, ha dichiarato all'inizio della settimana che gli Stati Uniti e la Cina stanno dialogando sulle attività militari nel Mar Cinese Meridionale.

Sputnik ha cercato di capire se la dichiarazione del comandante significhi un alleggerimento della posizione degli Stati Uniti nel Mar Cinese Meridionale dato che Washington invia regolarmente le sue navi da guerra con il pretesto di garantire la libertà di navigazione.

Secondo l'esperto cinese Shen Shishun del Centro per gli studi del Pacifico meridionale dell'Istituto cinese di affari internazionali, lascia molti dubbi la questione posta dagli americani sulla "libertà di navigazione".

"Lo slogan "libertà di navigazione" non è giustificato in sé. Nel Mar Cinese Meridionale e nello Stretto di Taiwan non c'è mai stato un problema con la libertà di navigazione, non ci sono prove che la navigazione in queste aree non sia libera. Se non ci sono problemi, è ovvio che la questione della navigazione è usata solo come pretesto per interferire negli affari interni. Qualsiasi atto di ingerenza negli affari interni della Cina con il pretesto della cosiddetta libertà di navigazione nello Stretto di Taiwan e nel Mar Cinese Meridionale è inappropriato. Gli Stati Uniti devono capirlo. La sovranità cinese si estende sia nel Mar Cinese Meridionale che nello Stretto di Taiwan. La questione dello Stretto di Taiwan è una questione di relazioni tra la Cina continentale e l'isola, la risoluzione non richiede il coinvolgimento di nessuna forza esterna. In ogni caso non è saggio interferire negli affari del Mar Cinese Meridionale e dello Stretto di Taiwan".

Dalle dichiarazioni dell'esperto cinese, è chiaro che Pechino è preoccupata per la questione della sicurezza, tuttavia la soluzione non sta in una dimostrazione di forza che costringa gli altri a giocare secondo regole arbitrariamente stabilite, ma nell'osservanza e nel rispetto del diritto internazionale.

"Nelle attività in qualsiasi regione del mondo, non importa in mare, in aereo o sulla terra, la Carta delle Nazioni Unite dovrebbe essere osservata, occorre agire in conformità con le leggi e le norme internazionali; non è il caso quando un singolo Stato deve prendere una decisione", ha detto Shen Shishun a Sputnik.

Correlati:

Pechino protesta per ingresso nave militare USA in zona contesa del Mar Cinese Meridionale
Navi militari USA passano vicino le isole contese del Mar Cinese Meridionale
Ira di Pechino per le navi militari USA nel Mar Cinese Meridionale
Pechino accusa gli USA di militarizzare il Mar Cinese Meridionale
Tags:
Geopolitica, Politica Internazionale, Difesa, Sicurezza, marina USA, Marina cinese, USA, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik