19:47 22 Febbraio 2019
Londra

Governo britannico può imporre la legge marziale in caso di Brexit senza accordo

© REUTERS / Peter Nicholls
Politica
URL abbreviato
233

Secondo il Sunday Times, le autorità sono preoccupate dal rischio di rivolte di massa e problemi con la fornitura di cibo e medicinali nel caso di uscita caotica del Paese dalla UE.

Il governo britannico sta valutando la possibilità di introdurre la legge marziale in caso di disordini di massa a seguito della Brexit senza accordo (hard Brexit). Lo afferma un articolo pubblicato oggi del quotidiano The Sunday Times.

Riferendosi a fonti informate nel consiglio dei ministri, il giornale segnala che tutti gli scenari possibili vengono ora esaminati nelle strutture governative nel caso in cui il Regno Unito lasci l'Unione Europea il 29 marzo senza concordare con Bruxelles le condizioni per un'ulteriore cooperazione (la cosiddetta hard Brexit).

Alcune delle opzioni implicano la dichiarazione dello stato di emergenza o addirittura l'introduzione della legge marziale in conformità con la legge sulle crisi adottata nel 2004.

Il Sunday Times riporta inoltre che forniture aggiuntive di cibo, carburante e munizioni sono state inviate alle basi militari britanniche a Cipro, nelle Isole Falkland e Gibilterra in caso di problemi di approvvigionamento dopo la Brexit.

Correlati:

Europarlamento invita il governo britannico a far chiarezza sulla Brexit
L'Irlanda vuole chiarezza sulla Brexit del Regno Unito
Sony trasferisce quartier generale europeo in Olanda per Brexit
"Dopo la Brexit Londra vuole continuare ad influenzare politica UE in chiave antirussa"
Il numero degli oppositori della Brexit raggiunge livello record dal 2016
Esperta russa: Brexit senza un accordo è catastrofe per Gran Bretagna e UE
Tags:
politica interna, Società, Brexit, The Times, Unione Europea, Gran Bretagna, UE
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik