Widgets Magazine
21:58 23 Agosto 2019
Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu

Netanyahu: Israele conduce raid in qualsiasi paese che rappresenti una minaccia

© REUTERS / Ronen Zvulun
Politica
URL abbreviato
13218

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu, dopo un attacco aereo notturno in Siria, ha dichiarato che Israele è pronto a condurre un raid di risposta in qualsiasi paese che possa costituire una minaccia per esso.

"Stiamo agendo contro l'Iran e contro le forze siriane che contribuiscono all'aggressione dell'Iran. Chiunque tenterà di farci del male, verrà colpito di nuovo. Chiunque minacci di distruggerci ne avrà piena responsabilità", ha affermato Netanyahu durante un discorso durante la cerimonia di apertura dell'aeroporto "Ramon".

Commentando il lancio di missili da parte dell'Iran Netanyahu ha sottolineato che Israele non farà finta di non vedere tali "azioni aggressive".

I militari israeliani la scorsa notte hanno condotto un raid contro dei depositi di armi in Siria e contro diverse batterie di contraerea che hanno aperto il fuoco contro gli aerei. Il raid è stato condotto da Israele in risposta al tentativo di ieri di bombardare le alture del Golan.

Come ha riferito lunedì il Centro nazionale di controllo della difesa della Federazione Russa, l'aviazione israeliana ha condotto tre attacchi aerei sul territorio della Siria da ovest, sud-ovest e sud lunedì notte, uccidendo quattro persone e ferendo sei soldati siriani.

Correlati:

Netanyahu: priorità di Israele è contrastare l’Iran in Siria
Israele non può vendere F-16 alla Croazia. Perché gli USA si oppongono alla transazione?
Israele, esplodono lacrimogeni nel deposito del ministero degli esteri
Tags:
guerra, raid aerei, Guerra, Raid aerei in Medio Oriente, raid, Guerra, Benjamin Netanyahu, Israele, Iran, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik