17:23 22 Maggio 2019
Gilet Gialli

Francia, i foulard rossi si uniscono ai gilet gialli nelle proteste contro il governo

© REUTERS / Jean-Paul Pelissier
Politica
URL abbreviato
1120

L'ondata di proteste in Francia non si limita ai gilet gialli. Stanno crescendo i meno noti rappresentanti del movimento dei foulard rossi, costituito da insegnanti e docenti delusi dai sindacati tradizionali: chiedono azioni di protesta incisive dal blocco delle lezioni al rifiuto di fare le pagelle.

Dal 12 dicembre, quando il movimento è stato costituito, oggi circa 60mila persone sono già diventati militanti. Nell'articolo di Sputnik si discute la possibile unificazione delle varie forze di protesta con i militanti dei movimenti ed i leader sindacali.

Gilet gialli, foulard rossi, sirene blu… L'ondata di proteste che ha travolto la Francia acquista nuovi colori. Come i gilet gialli, i movimenti sopracitati sono apparsi su Facebook. Come i loro più noti predecessori, vogliono essere ascoltati senza ricorrere a metodi tradizionali. I foulard rossi sono apparse il 12 dicembre come movimento prevalentemente composto principalmente da insegnanti, potendo contare oggi sulla militanza di 60mila persone. E' un numero impressionante in appena un mese, soprattutto considerando che ci sono solo 880mila insegnanti in tutto il Paese. Aumenti in busta paga, aumenti dei fondi per l'istruzione, il riconoscimento dell'importanza della scuola, etc…. Delusi dal movimento sindacale, intendono passare all'azione in prima linea: occupano le scuole, non danno i voti, invitano i genitori a non portare i bambini a scuola… Il primo raduno dei militanti del movimento si è svolto il 12 gennaio non lontano dal liceo Enrico IV, in cui aveva studiato il presidente Emmanuel Macron. Il secondo si è svolto il 16 gennaio presso il rettorato dell'Accademia cretese (rectorat de Créteil).

Dopo gli interventi dei gilet gialli e delle forze dell'ordine, le proteste si sono diffuse nell'istruzione. Sta avvenendo una fusione tra le varie forze di protesta?

"Sono sorpreso che non sia accaduto prima. Già da 20 anni prevedono che sarebbe avvenuto tra 10 anni.

Ora arriva davvero dalla gente, dal basso, questo spaventa il governo.

Nel corso degli anni hanno perso valore la maggior parte delle professioni, ora le varie categorie professionali stanno iniziando a protestare una dopo l'altra. Non siamo alla fine, penso che arriverà il turno di medici e dei farmacisti. Secondo me, si stanno unendo nella lotta, ma chi è al potere farà tutto il possibile per impedirlo. Avverrà quando i contadini protesteranno per le strade contemporaneamente ai funzionari pubblici, quando i sindacati manifesteranno con i piccoli commercianti, i tassisti con le ferrovie francesi. In breve, l'alleanza tra poujadismo e la lotta di classe ", ha dichiarato all'edizione francese di Sputnik Rodolphe Dumouch, insegnante di scienze e membro del movimento dei foulard rossi.

Albert-Jean Mougin, ex vice segretario del sindacato dei docenti di licei e università (Syndicat national des lycées et collèges — SNALC), ritiene che la lotta è lontano dalla vittoria:

"Alcuni rappresentanti dei gilet gialli stanno cercando di creare una forza politica. Ma si scopre che sembra qualcosa come il villaggio di Asterix e Obelix, che combattono da soli contro le forze dell'Impero Romano. Non ci si riesce a mettere d'accordo.

Forse c'è una nuova forma di protesta permanente tra la gente. Ma non può durare a lungo.

L'importante è ritornare, come risultato di un ampio dibattito nazionale, ad un'efficace democrazia e rappresentanza. Ma serve che i francesi tornino a fidarsi di quelli che li governano. Tuttavia non è un fenomeno puramente francese. Altri paesi affrontano un problema simile, ad esempio Germania, Inghilterra, ecc."

Pierre Chantelot, segretario nazionale del sindacato SNESUP-FSU, è un po' più ottimista riguardo alla possibile unione dei manifestanti:

"Gilet gialli, sirene blu, foulard rossi… È come un arcobaleno. Ma non vale la pena sottovalutare il risentimento dei francesi. Alla fine questi movimenti si fonderanno e ci sono già segnali incoraggianti.

Dove i gilet gialli stanno protestando, i pensionati prendono il testimone, sostituiscono i lavoratori, le persone comunicano, si scambiano opinioni. I gilet gialli trionfano dove è fallito il Nuit debout (serie di manifestazioni contro la riforma del lavoro di Hollande). Il fattore umano è decisivo, questa è una cosa positiva."

Correlati:

Gilet gialli, i francesi dubitano che il dibattito nazionale di Macron fermerà le proteste
Ancora scontri a Parigi tra polizia e gilet gialli
Gilet gialli, scintille tra Luigi Di Maio e ministra francese
Tags:
politica interna, Società, foulard rossi, gilet gialli, Proteste, Manifestazione, Francia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik