05:50 23 Marzo 2019
Una vista di Doha, Qatar

Qatar ritiene prematuro il ritorno Siria in Lega Araba

© REUTERS / Naseem Zeitoon
Politica
URL abbreviato
0 06

Il Qatar considera prematuro il ritorno della Siria nella Lega Araba, la cui appartenenza all'organizzazione panaraba è stata congelata nel 2011, ha detto il ministro degli Esteri del Qatar Mohammed bin Abdulrahman Al Thani in una conferenza stampa lunedì.

"Il Qatar crede ancora che le ragioni per cui l'adesione della Siria alla Lega Araba sia stata congelata non siano scomparse… Non c'è ancora alcuna soluzione politica al conflitto in Siria", ha detto Al-Thani.

Secondo il ministro degli Esteri, "la normalizzazione delle relazioni con il regime siriano in questa fase richiede l'instaurazione di relazioni con una persona coinvolta in crimini di guerra". Secondo lui, il Qatar sostiene la ricerca di una soluzione politica al conflitto in Siria, se supportato dagli stessi siriani.

L'adesione della Siria alla Lega Araba è stata congelata nel novembre 2011 a causa degli scontri tra le forze governative e i gruppi armati dell'opposizione. Allo stesso tempo, diversi paesi arabi hanno ritirato i loro ambasciatori di Damasco. Damasco ha poi affermato di non accettare la decisione dei ministri arabi di sospendere la partecipazione della Siria ai lavori dell'organizzazione panaraba, ritenendola illegale.

La Siria, che è uno degli stati fondatori della Lega Araba, e non ha preso parte alle riunioni dell'organizzazione per molto tempo. Allo stesso tempo, la Lega Araba non ha effettivamente preso parte ai negoziati per una soluzione in Siria, nonostante il fatto che questo sia un paese chiave nel mondo arabo.

All'inizio di gennaio, una fonte diplomatica araba ha dichiarato a Sputnik che la Lega araba sta lavorando a una bozza di risoluzione sul ripristino dell'adesione della Siria all'organizzazione, e che un tale progetto può essere proposto per la discussione al vertice sullo sviluppo sociale ed economico, che si terrà a Beirut alla fine di gennaio.

In precedenza, diversi paesi, così come il Parlamento arabo, hanno parlato a favore del ritorno della Siria nella Lega araba. È stato anche riferito che al vertice della Lega araba in Tunisia nel marzo di quest'anno potrebbero già invitare il presidente siriano Bashar Assad.

A dicembre, gli Emirati Arabi Uniti sono stati la prima delle sei monarchie arabe a dichiarare il ripristino delle relazioni con il governo siriano e hanno riaperto l'ambasciata a Damasco, spiegando questa mossa con il desiderio di avvicinare la Siria ai paesi arabi. Seguendo gli Emirati, il Bahrein ha anche annunciato l'apertura dell'ambasciata in Siria, ma la missione diplomatica lavora ufficialmente. Il Kuwait ha espresso il desiderio di riprendere il lavoro della missione diplomatica in Siria, ma ha affermato che lo farà solo dopo la decisione della Lega araba di ripristinare la partecipazione della Siria.

Correlati:

Al via riunione straordinaria della Lega araba al Cairo
L'Egitto chiede il ritorno della Siria nella Lega Araba
Qatar e USA decidono di allargare la base militare di El Udeid
Netanyahu blocca trasferimento di 15 milioni $ ad Hamas provenienti dal Qatar
Tags:
Relazioni Internazionali, relazioni diplomatiche, relazioni diplomatiche, Lega Araba, Sputnik, Tamim bin Hamad Al-Thani, Bashar al-Assad, Emirati Arabi Uniti, Bahrein, Kuwait, Qatar, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik