21:45 19 Marzo 2019
Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan

Siria, Erdogan condanna le dichiarazioni di Bolton sui curdi

© Sputnik . Mikhail Klimentyev
Politica
URL abbreviato
0 42

La Turchia presto intraprenderà un'azione decisiva per neutralizzare i terroristi.

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha definito inappropriate le dichiarazioni del consigliere alla Sicurezza alla Casa Bianca John Bolton sulla necessità di garantire la sicurezza per le forze curde siriane.

Le bandiere degli USA e della Turchia
© flickr.com / Victoria Pickering/http://bit.ly/1vtCH3w

Bolton ieri in Israele ha assicurato lo stato ebraico che le truppe americane non lasceranno la Siria finché la Turchia accetterà di non attaccare le forze curde alleate degli Stati Uniti nel nord-est della Siria e fino a quando i restanti terroristi dello Stato islamico (vietati in Russia) saranno stati sconfitti.

"Bolton sta commettendo un grosso errore, la sua affermazione è intollerabile. Le organizzazioni terroristiche non rappresentano i curdi. Quelli che diffondono bugie sulla Turchia che uccide i curdi in Siria stanno cercando di giocare sull'umore della comunità mondiale", ha detto Erdogan durante la sua presentazione al partito di giustizia e sviluppo della Turchia (AKP).

Erdogan ha anche aggiunto che la Turchia presto intraprenderà un'azione decisiva per neutralizzare i terroristi in Siria.

Il 19 dicembre, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha dichiarato la vittoria sul gruppo terrorista dello Stato islamico (IS, fuorilegge in Russia) in Siria e ha detto che ritirerebbe i circa 2.000 soldati americani attualmente sul terreno in quel paese. Più tardi, la portavoce della Casa Bianca Sarah Sanders ha riferito che gli Stati Uniti hanno iniziato a ritirare le truppe dalla Siria, ma una vittoria contro l'IS non significa la fine dell'esistenza della coalizione.

Tags:
curdi, John Bolton, Recep Erdogan, Siria, Turchia, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik