Widgets Magazine
15:53 19 Agosto 2019
Foto di Bashar Assad a Damasco, Siria

Washington non approva aperture di alcuni Paesi arabi alla Siria di Assad

© Sputnik . Valeriy Melnikov
Politica
URL abbreviato
409

Gli Stati Uniti rispettano i Paesi della Lega Araba, ma non sostengono la decisione di alcuni di loro di ripristinare le relazioni con la Siria di Assad, ha affermato un rappresentante altolocato del Dipartimento di Stato americano ai giornalisti.

"Per quanto riguarda la Siria e la Lega araba, la nostra posizione rimane la stessa: l'isolamento politico e la pressione sono misure appropriate per costringere il regime siriano a cambiamenti tangibili necessari per la risoluzione pacifica del conflitto siriano e il raggiungimento di altri obiettivi statunitensi in Siria, incluso il ritiro di tutte le forze sotto il controllo dell'Iran e fermare il flusso di terroristi che trovano rifugio in Siria", ha detto il funzionario in una conferenza stampa.

"Con tutto il rispetto non siamo d'accordo con alcuni Paesi arabi che stanno perseguendo un approccio diverso, stabilendo relazioni politiche con il regime siriano", ha aggiunto il rappresentante del Dipartimento di Stato.

Il canale televisivo libanese al-Mayadeen in precedenza aveva riferito che l'Arabia Saudita, considerata l'avversario principale delle autorità siriane nel mondo arabo, ha affermato che non si opporrà al ritorno di Damasco nella Lega Araba.

Il Parlamento arabo ha inoltre esortato il Consiglio della Lega Araba a riportare la Siria nell'organizzazione 7 anni dopo il suo allontanamento. A dicembre gli Emirati Arabi hanno riaperto l'Ambasciata a Damasco dopo una chiusura durata 6 anni, inoltre a breve potrebbero riaprire in Siria le Ambasciate di Bahrein e Kuwait. Il ministro degli Esteri iracheno Muhammad Ali al-Hakim ha dichiarato questa settimana che Baghdad sostiene il ritorno della Siria nella Lega Araba.

Allo stesso tempo secondo il quotidiano pan-arabo al-Sharq al-Awsat, che fa riferimento a fonti diplomatiche, il ministro degli Esteri libanese Gebran Bassil porta avanti negoziati con diversi Paesi arabi esortandoli ad invitare i rappresentanti delle autorità siriane al vertice economico della Lega Araba a Beirut del prossimo 20 gennaio.

Correlati:

Crisi siriana, Ambasciata russa critica autorità britanniche
Effettuata operazione di ricognizione da aereo militare USA presso basi russe in Siria
Viaggio di Pompeo in Medio Oriente tra l’8 e il 15 gennaio
Assad: Nostra resistenza e quella della Corea del Nord può cambiare l’equilibrio globale
Kim Jong-un augura ad Assad di affrontare con successo le insidie dei nemici
Siria, Assad spiega il motivo dell'isteria dell'Occidente riguardo la situazione a Idlib
Tags:
Geopolitica, Politica Internazionale, Diplomazia Internazionale, crisi in Siria, Dipartimento di Stato USA, Lega Araba, Bashar al-Assad, Emirati Arabi Uniti, Medio Oriente, Arabia Saudita, Iraq, Siria, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik