12:16 22 Aprile 2019
Migranti al confine tra Messico e USA (foto d'archivio)

USA sospendono cooperazione con l'ONU su questioni relative a violazioni dei diritti umani

© AP Photo / Moises Castillo
Politica
URL abbreviato
222

Il Dipartimento di Stato americano ha smesso di rispondere alle richieste e agli appelli dei relatori speciali delle Nazioni Unite che riguardano i possibili casi di violazioni dei diritti umani nel territorio nazionale, segnala il britannico Guardian con riferimento ai funzionari del dicastero diplomatico statunitense.

Come notato dal giornale, l'amministrazione Trump non ha risposto a nessuna delle 13 richieste ufficiali formulate da esperti indipendenti che lavorano in tutto il mondo dallo scorso 7 maggio. Inoltre dall'insediamento della nuova amministrazione americana non sono pervenuti inviti agli esperti delle Nazioni Unite per visite nell'ambito delle loro missioni.

Secondo il giornale, solo due relatori speciali dell'ONU che si occupano di povertà e protezione della privacy si sono recati negli Stati Uniti da quando Trump è alla Casa Bianca, ma entrambi erano stati invitati quando Barack Obama era ancora presidente.

Secondo il quotidiano, diverse richieste sono state lasciate senza risposta in relazione alla situazione delle separazioni delle famiglie dei migranti provenienti dall'America centrale al confine tra Stati Uniti e Messico. Pertanto il relatore speciale delle Nazioni Unite sulle violazioni dei diritti dei migranti, Felipe Gonzalez Morales, due volte a marzo e luglio dello scorso anno, ha inviato agli Stati Uniti la richiesta per recarsi in visita ufficiale per verificare come le autorità trattano i migranti, ma non ha ricevuto risposta.

"In assenza di una visita ufficiale, non possiamo pubblicare una relazione sul Paese e presentarla al consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite", ha rilevato Morales.

In una dichiarazione al Guardian, il Dipartimento di Stato statunitense ha rifiutato di spiegare perché non ha più reagito alle richieste degli esperti delle Nazioni Unite e non ha chiarito se questa posizione sia di lungo periodo.

Allo stesso tempo il rappresentante ufficiale del dicastero diplomatico ha osservato che gli Stati Uniti sono ancora "impegnati a promuovere e proteggere i diritti umani in tutto il mondo" ed esprimono sostegno ai relatori speciali dell'ONU nell'ambito delle indagini in altri Paesi.

Correlati:

Trump: Chiuderemo confine con Messico senza finanzimenti per il muro
“Autodifesa”: autorità USA giustificano l'uso di gas lacrimogeni contro migranti
Tags:
migranti, Immigrazione, Società, Diplomazia Internazionale, Politica Internazionale, Diritti Umani, Guardian, ONU, Dipartimento di Stato USA, Casa Bianca, Donald Trump, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik